Detenuto agli arresti domiciliari col braccialetto elettronico, ieri mattina per suo libero arbitrio s’è concesso qualche ora d’aria. Di buon mattino, però, aveva avvisato i carabinieri che sarebbe andato a lavorare

in virtù di un’autorizzazione giudiziaria. LEGGI ARTICOLO COMPLETO