CARENZA IDRICA, FOGNA A CIELO APERTO E VORAGINI.

È triste, nel 2021, scrivere dello stato in cui versa la nostra città: sembra di aver fatto un balzo nel passato, nell’immediato dopoguerra per l’esattezza.
La politica dovrebbe occuparsi di programmazione e visione. Se l’intera giunta è impegnata a supportare il sindaco, presidiando la protezione civile, a noi, forza di opposizione, tocca ricevere le lamentele della cittadinanza e dei suoi ex-elettori.
Il governo nazionale, in questi giorni, sta procedendo alla pianificazione delle riaperture, individuando protocolli e procedure per i settori nevralgici: sarebbe utile fare qualcosa di simile anche nella nostra città perché l’estate è alle porte e nulla sembra muoversi.
Chiediamo con forza all’amministrazione di affrontare con decisione le seguenti problematiche:
1) carenza idrica
intere aree della città (zona Frasso, Via Aquitania) attraversano periodi di totale siccità; l’intervento delle autobotti, in questa fase, stempera i disagi, ma cosa succederà quando le stesse autobotti saranno destinate ad altre are per l’annoso problema della carenza idrica estiva? Passeremo un’altra estate a secco nella “città normale”?
2) fogna:
zona via dei normanni, anno del Signore 2021: da oltre un mese la zona è invasa dal “profumo” della fogna; forse per l’amministrazione è normale ma per i residenti no; serve un intervento serio e deciso non espedienti.
3) buche:
altro che Beirut e Kabul: la presenza di vere e proprie voragini inizia ad essere un problema sia per la sicurezza sia per le tasche dei cittadini; rendiamo Corigliano-Rossano una città a “buche zero”.
4) verde pubblico:
la stagione estiva è, ormai, alle porte e, nonostante ciò, ci sono zone della città che, da anni, non vedono alcun tipo di manutenzione in tal senso; la “città pulita” non deve essere solo uno slogan da usare con superficialità nelle varie campagne elettorali, ma un dovere di chi amministra ed un diritto per chi è amministrato: ci sono aree della città che hanno criticità maggiori: Donnanna, Frasso, Sant’Angelo, Rione Santo Stefano
Noi di Azione abbiamo una soluzione a tutti i problemi elencati; non vogliamo salire in cattedra ma, se l’amministrazione lo ritiene opportuno, siamo pronti a dare una mano.
GIOVANNI LEFOSSE
REFERENTE AZIONE CORIGLIANO ROSSANO