Con la presentazione del progetto definitivo della tratta ss 106 Sibari-Corigliano Rossano da parte del Sottosegretario Cancelleri al nostro Comune si riapre una nuova stagione di opportunità per la ripresa di una infrastruttura che coinvolge l’intera Calabria. 

 Un grande annuncio rivendicato dalla Senatrice Abate come frutto del suo lavoro parlamentare, ma che purtroppo omette quelli che sono a nostro avviso dei dettagli importanti. Ad onor del vero, infatti, dovremmo ricordare che:
1) intanto oggi può prendere quota questo progetto in quanto quello relativo alla tratta precedente Roseto-Sibari, oggi in fase di realizzazione, venne sbloccato dal governo Renzi dopo circa venti anni di inspiegabile fermo.
2) Che è solo grazie al “piano Shock” di sblocco di opere pubbliche ferme da anni, , su cui Italia Viva faceva pressing sin dal gennaio 2020 sul Governo Conte affinchè nominasse un commissario straordinario anche per la SS 106 E 90 che solo oggi si riaccendono i riflettori sulla prosecuzione dell’opera. A memoria di tutti la politica del Movimento 5 stelle non era favorevole alla ripresa dei lavori delle grandi opere,anzi, mentre oggi registriamo un cambio di passo persino da parte di chi non sostiene il governo Draghi e il suo programma di investimenti. Ne prendiamo atto con soddisfazione e anche se non ci aspettiamo che la Senatrice Abate condivida con noi i meriti, ci teniamo a ribadire che Italia Viva fa politica per realizzare progetti come questi. Senza mai aver nutrito e alimentato pregiudizi di sorta , ma solo perchè fondamentalmente convinta che sono gli investimenti in infrastrutture il motore di crescita economica del Paese e non l’assistenzialismo che, di fatto, ne blocca il rilancio.
Al Sindaco Stasi chiediamo la massima condivisione con la città del Progetto in discussione affinchè un’opera così importante venga recepita per quello che è, non solo in termini di sicurezza , ma per l’impatto che avrà sul nostro fiorente territorio. Non vogliamo infatti sminuire l’impegno costante del Sindaco e delle autorità regionali , ma saremmo più felici di poter venire a conoscenza de progetto.
ITALIA VIVA Corigliano Rossano