di ANTONIO LE FOSSE
Congratulazioni all’Ispettore dei Vigili del Fuoco in quiescenza Claudio Cavallini (a sinistra nella foto) per la meritata onorificenza da parte del Presidente della Repubblica italiana.

La cerimonia è avvenuta a Cosenza, in occasione della Festa della Repubblica in data 2 giugno 2021, presso il Teatro “Rendano” alla presenza del Prefetto Cinzia Guercio e di diverse autorità civili, militari e religiose. Presente anche il sindaco di Corigliano-Rossano, Flavio Stasi, che si è complimentato direttamente con lo stesso Claudio Cavallini per l’assegnazione dell’importante riconoscimento. Questa la motivazione: “Croce di Cavaliere dell’ordine della Repubblica italiana all’Ispettore Claudio Cavallini per l’impegno profuso al servizio dello Stato e alla tutela dei cittadini, dedicandosi con passione al suo lavoro per 44 anni, fino allo scorso 30 dicembre 2019, nel Corpo dei Vigili del Fuoco”. Un encomio più che meritato. L’Ispettore Claudio Cavallini ha svolto servizio principalmente presso due Comandi della Regione Calabria quali Cosenza e Crotone. Claudio Cavallini ha iniziato come Vigile Permanente e, successivamente, ha ottenuto, dopo tanti anni di servizio, la promozione a Capo Squadra in data 1.1.1991 presso il Comando Provinciale di Cosenza. In data 1.1.1999 viene promosso Capo Reparto e trasferito al Comando di Torino. Il 27/04/2006 ha vinto il Concorso a 300 posti di Ispettore Antincendi e, dopo aver frequentato il corso di formazione presso il polo Didattico di Napoli, è stato assegnato al Comando Provinciale di Crotone dove ha svolto il ruolo di Ispettore Antincendi Esperto (ai sensi del D.Lgs. 217/2005). Nel corso del servizio ha ricevuto diversi elogi del Comando per interventi di soccorso effettuati. Ha partecipato, inoltre, a diverse operazioni di soccorso in numerose calamità provinciali e nazionali: il terremoto in Irpinia nel 1980, il terremoto in Umbria e Marche nel 1997, alluvione di Sarno e Quindici (Campania ) del 1998, l’alluvione in Calabria del Settembre 2000, il terremoto in Abruzzo del 2009, terremoto in Emilia-Romagna del 2012, alluvione di Rossano nel 2015 e terremoto ad Amatrice nel 2016-2017. Nel corso della sua brillante carriera si è particolarmente distinto per l’impegno attuato nel campo della formazione, sia nel senso di acquisizione di competenze e sia nel senso di attività di formazione a favore del personale del Corpo che all’esterno. Negli anni ha acquisito diverse competenze e specializzazioni quali: patente stradale di 3° grado, patente nautica di 2^ categoria, patente per la conduzione di mezzi anfibi, abilitazione aeroportuale, corso di abilitazione in prevenzione incendi e polizia giudiziaria. Lo stesso Cavallini ha svolto, inoltre, il ruolo di Istruttore Professionale impegnato nella formazione dei vigili permanenti, dei Capi squadra e Capi Reparto, ma anche dei vigili volontari nell’ambito di numerosi corsi di formazione, sia a Crotone che in altri luoghi d’Italia (poli didattici VV.Ff. di Lamezia Terme(CZ) e Roma presso le Scuole Centrali Antincendi). Ha partecipato, tra l’altro, a numerosi incontri formativi, per conto del Comando Provinciale, con gruppi della Protezione Civile, della Croce Rossa di Crotone e dell’Esercito Italiano. Ha sempre svolto attività di soccorso in squadra ed ha partecipato regolarmente all’attività di soccorso tecnico urgente del Comando, come funzionario di guardia e funzionario reperibile. Nel corso della sua carriera si è particolarmente distinto per l’impegno profuso nei numerosi incarichi che gli sono stati affidati. Dal 2006 al 2010, poi, ha collaborato al settore formazione del Comando e si è occupato, allo stesso tempo, di tutti i corsi di formazione ed addestramento svolti continuamente per il personale operativo. Dal 2010 al 2014 è stato responsabile del settore automezzi di tutto il Comando Provinciale, ma anche responsabile dell’Ufficio Statistica e Rapporti d’intervento dal 2010 al 2020. E’ stato funzionario responsabile della sede VV.FF. presso l’aeroporto di Crotone. Si è occupato anche della partecipazione del Comando per quanto riguarda l’esercitazioni e la simulazioni di protezione civile. E’ stato responsabile di vari progetti di diffusione della cultura della sicurezza, quali ad esempio il progetto “Scuola Sicura”, in collaborazione con la Prefettura e il Provveditorato agli Studi, ma anche di alcuni progetti in collaborazione con la sede locale dell’Unicef ed altre associazioni di volontariato del territorio. Ha svolto regolarmente attività di prevenzione incendi (pareri di conformità e sopralluoghi) in numerose commissioni: commissione provinciale di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo, commissioni comunali sempre relative ai locali di pubblico spettacolo ,commissioni di collaudo per gli impianti di distribuzione carburanti. è componente del GOS per lo stadio “E.Scida”di Crotone. Ha fatto parte, tra l’altro, di numerose commissioni di collaudo ed anche di commesse per quanto riguarda l’acquisto di mezzi, forniture e servizi. Ha svolto il ruolo di docente in corsi interni di formazione del personale ed in corsi da “addetto antincendio” per personale esterno. Un cammino, dunque, di tutto rispetto per l’Ispettore Claudio Cavallini nel Corpo dei Vigili del Fuoco che ha sancito, con pieno merito, l’onorificenza da parte del Capo dello Stato. Congratulazioni all’Ispettore Cavallini e “Ad Maiora Senper”.

ANTONIO LE FOSSE