L’ex vicecomandante dei vigili rossanesi e il segretario generale del municipio sono i principali accusati nel terremoto giudiziario scoppiato a maggio. Appello del pubblico ministero: richiesta d’arresti domiciliari per gli altri 7 vigili indagati.

Il pubblico ministero Flavio Serracchiani non ci sta. È tornato alla carica il sostituto procuratore di Castrovillari titolare dell’inchiesta che lo scorso mese di maggio ha travolto in un vero e proprio terremoto giudiziario il Comune di Corigliano-Rossano, e in particolare il Comando rossanese della polizia municipale. LEGGI ARTICOLO COMPLETO