di Franco Palmisano
Carissimo Politico di. . . di turno!
Si vota alle Regionali . La tua Lista è già pronta? Non ti resta allora che mettere in visione la tua faccia e poi presentarti alla ribalta o inviarci i tuoi emissari per perorare voti alla Lista da te rappresentata.

Sarebbe però opportuno e necessario da parte tua, prima di chiederci il voto, di scendere concretamente fra noi, lungo il marciapiede dei nostri quartieri e guardare profondamente nei nostri occhi per scorgere:

a) i Volti rassegnati di tanti di noi che ormai ci sentiamo purtroppo legati e sottomessi a quel politico, rampante come te, che nella nostra storia locale ha avuto l’abilità di trovarci una sistemazione sia per noi che per i nostri figli, per cui . . .

b) i Volti ingannati e offesi di tutti noi, che, per anni, abbiamo dato fiducia ai soliti politici, scoperti poi corrotti e corruttori, anche se, abilmente ” fisiologici”, responsabili del sottosviluppo del nostro territorio . . .

c) i Volti angosciati di tante mamme di famiglia, che vivono la preoccupazione dei figli, da tempo ormai disoccupati e nervosi, per i quali si teme continuamente che possono diventare preda di malavitosi. . .

d) i Volti sfiduciati di tanti giovani fidanzati, che da tanti anni sono costretti a rimandare il sogno di una vita in comune, perché nessuno dei due ha un lavoro dignitoso . . .

e) i Volti sfruttati e umiliati di tanti paesani, che lavorano tante ore al giorno, come impiegati,manovali, commessi o collaboratori domestici, ma senza alcuna garanzia sindacale. . .

f) i Volti “perplessi” di tanti credenti , che nelle comunità parrocchiali, cercano solo nella Parola e nel Pane Spezzato, la forza per andare avanti in un cammino di Liberazione umana. . .

g) i Volti fieri di tanti di noi, cittadini fiduciosi nella nascente Nuova Comunità, derivata dalla fusione , i quali cominciano però a reagire con gesti concreti contro le paure per una dipendenza da improvvisati e soliti baroni, i quali sono sempre pronti allo sfruttamento di risorse ambientali. . .

h) e poi i Volti dei bimbi che non si ritrovano più in una città a loro misura e i volti di . . . i volti di . . . di illimitati volti!

Non abbiamo bisogno del tuo accattivante saluto mediatico di convenienza, ma vieni ad indossare il Grembiule da Servizio sul territorio, per essere con noi e come noi costruttore angolare di una nuova Civiltà locale, dove tu, politico di turno, non ti impegni più a guardare solo alle prossime votazioni ma a garantire sviluppo umano e solidale alle prossime generazioni .

Un saluto disinteressato ma cordiale.

Corigliano Rossano, 20.09.2021 ( Franco Palmisano )