I deficit nell’impiantistica regionale causano ancora una volta disservizi nella raccolta dei rifiuti solidi urbani.

È di nuovo emergenza rifiuti. Da svariati giorni si registrano per l’ennesima volta blocchi nei conferimenti presso l’impianto finale di trattamento di località Bucita, sito nel comune di Corigliano-Rossano, che determinano gravi disagi e disservizi, a catena, anche nella quotidiana raccolta dei rifiuti solidi urbani.

Gli effetti sono già visibili, con cumuli a terra in alcune zone dei Comuni che afferiscono all’impianto regionale per il conferimento dei rifiuti non differenziabili, della frazione organica e degli sfalci da potatura. Tra questi i comuni di Corigliano-Rossano, Crosia, Scala Coeli, Mandatoriccio, Pietrapaola, San Demetrio Corone, Trebisacce, dove l’azienda Ecoross, gestore dei Servizi di Igiene Urbana, sta moltiplicando gli sforzi al fine di ridurre i disagi. La stessa Ecoross, nel ribadire che i disservizi non sono imputabili né all’azienda né alle Amministrazioni Comunali dei territori interessati, auspica celeri interventi risolutivi evidenziando le enormi difficoltà a cui si è ciclicamente obbligati a far fronte a causa di un’emergenza che ormai ha assunto i caratteri dell’ordinarietà (Comunicato stampa).

Di IEC