CORIGLIANO-ROSSANO (CS): Il Comitato Locale della Croce Rossa Italiana di Corigliano-Rossano si unisce al dolore della famiglia Pedace per la prematura scomparsa dell’infaticabile volontario Giuseppe il quale, nonostante il suo ruolo di dipendente Enel, ha dedicato gran parte della sua vita al volontariato. Nel suo tempo libero, dopo il lavoro, si è sempre speso per gli altri ed ha deciso di far parte della Croce Rossa Italiana dando il suo prezioso contributo umano e solidale. Giuseppe lascia un vuoto incolmabile nella sua famiglia, nei suoi amici e colleghi di lavoro, ma anche nell’intera comunità rossanese dove era molto apprezzato e nell’intera famiglia della Croce Rossa Italiana del Comitato Locale di Corigliano-Rossano. Lo stesso Giuseppe, da buon credente, faceva parte anche della Confraternita dell’Addolorata di Rossano. Anche il nuovo Priore della Confraternita, Umberto Corrado, ha voluto esprimere le sue condoglianze alla famiglia per la prematura perdita di Giuseppe. Lui è stato un uomo, un marito, un padre, un amico, un lavoratore, un volontario veramente esemplare. “Caro Giuseppe – ha dichiarato il Presidente della Croce Rossa Italiana del Comitato Locale di Corigliano-Rossano Francesco Costantino – sei andato via con la stessa discrezione e riservatezza che ti hanno sempre caratterizzato. Rimarrà sempre indelebile il ricordo della tua generosità, bontà d’animo e delle innumerevoli azioni verso i più fragili. La CRI, da oggi, sarà più sola… ma faremo tesoro del tuo esempio”. Ciao Giuseppe.

ANTONIO LE FOSSE