Filcams Cgil Pollino Sibaritide Tirreno e per Uil locale ritengono che la situazione del personale e dell’appalto relativo alla refezione scolastica del Comune di Corigliano-Rossano siano da attenzionare.

La ditta Siarc di Catanzaro non sta procedendo alla retribuzione dei propri dipendenti impegnati nel servizio mensa nelle scuole cittadine, in gran parte part time e monoreddito.

Nonostante gli impegni assunti alla Prefettura di Cosenza lo scorso 28 gennaio (pagamento della tredicesima mensilità e del mese di dicembre entro questa settimana) ad oggi il nulla.

I lavoratori non riescono più a far fronte ai propri impegni familiari, nel mentre sappiamo che il committente comune di Corigliano-Rossano è in regola con i pagamenti delle fatture.

Sembra infatti che l’ente abbia anche comunicato la rescissione anticipata del contratto all’azienda per tanti motivi oltre quelli che noi denunciamo continuamente e che riguardano il personale dipendente.

Cgil e la Uil sono pronte ad azioni di mobilitazione! Chiediamo al Comune di versare direttamente ai lavoratori, velocizzando la calendarizzazione dell’incontro che il sindacato ha chiesto la settimana scorsa.

In caso contrario, facendosi interprete anche delle apprensioni dei dipendenti, annunciano sin d’ora che saranno a fianco dei lavoratori per una giornata di protesta presso una sede comunale del territorio di Corigliano-Rossano.

Andrea Ferrone, segretario generale FILCAMS Cgil Pollino Sibaritide Tirreno

Luciano Campilongo, segretario UIL

Articoli correlati