Tanti cittadini e fedeli, domenica 22 Maggio 2022, hanno partecipato alla tradizionale Festa in onore di Sant’Onofrio (il Santo dei pastori e del popolo) nella montagna di Rossano.

Un evento religioso che è ritornato dopo due anni di stop a causa della pandemia. In mattinata si è dato vita ad incanti e riffa con “Ottavio” dove tanta gente ha effettuato la propria offerta libera per aggiudicarsi i prodotti tipici del territorio (formaggi, salumi ed altro ancora). Il ricavato delle offerte saranno utilizzate per le spese di conservazione ed abbellimento del luogo sacro. Alle ore 12:00, invece, è stata celebrata la Santa Messa presieduta da don Pietro Madeo (Parroco della Cattedrale). In seguito, poi, c’è stata la Processione che, per l’occasione, è stata accompagnata dalle “Zampogne del Pollino”. Subito dopo musiche e danze a cura dei suonatori di Conflenti (Catanzaro). Prezioso il lavoro degli operai comunali che hanno sistemato la strada e tagliato l’erba su tutta l’area. All’evento religioso hanno preso parte, oltre a tanti cittadini e devoti, anche il sindaco Flavio Stasi e diversi consiglieri comunali. Il Comitato di Sant’Onofrio (formato da Raffaele Piovosa, Giuseppe Avena, Flaviano Lavia, Vincenzo La Vena, Ottavio e Giuseppe Vallonaranci), infine, ha voluto ringraziare il Sindaco e l’Amministrazione comunale di Corigliano-Rossano per il prezioso patrocinio, ma anche don Pietro Madeo per la celebrazione della Santa Messa, le diverse autorità (civili e militari), l’A.N.P.S. (Associazione Nazionale Polizia di Stato) per aver garantito il servizio d’ordine, la Polizia Municipale, i musicisti e quanti hanno partecipato al popolare evento religioso. Appuntamento, infine, al prossimo anno, precisamente la terza domenica di maggio, con la tradizionale Festa in onore di Sant’Onofrio (il Santo dei pastori e del popolo) nella montagna rossanese.

ANTONIO LE FOSSE