Un atteggiamento così puerile lo registriamo solo all’interno della maggioranza consiliare Stasi che boccia le proposte dei consiglieri comunali di opposizione per poi riproporle sulla stampa e mai in Consiglio Comunale.

La proposta formalmente avanzata dal Consigliere Comunale, di Corigliano-Rossano in Azione, Francesco Madeo, e costruita unitamente al gruppo UDC- Unione di Centro, attraverso l’impegno del Coordinatore del Centro Storico Alfonso Caravetta e del Consigliere Comunale Adele Olivo, è stata sonoramente bocciata dai consiglieri comunali di maggioranza all’interno dell’ultimo Consiglio Comunale e poi riproposta dal Consigliere Comunale Pietro Mingrone, leader cittadino del bonus 110%.
La presunzione della maggioranza arriva a far perdere tempo, non tanto ai consiglieri comunali di opposizione, quanto a tutto il tessuto imprenditoriale e cittadino che lavora per intercettare i finanziamenti idonei alla riqualificazione dei borghi antichi.
Abbiamo una esigenza energetica importante all’interno della nostra Città, i costi in capo ai nostri cittadini stanno lievitando anche in virtù del conflitto Russo-Ucraino, e il nostro Sindaco gioca ancora al gioco delle “tre carte” per legittimare agli occhi dei cittadini l’esistenza della Sua Amministrazione.
Il merito della iniziativa e della proposta lo lasciamo tranquillamente all’Amministrazione Stasi, la quale necessita personalmente di restare attaccata alle poltrone, senza avere una idea futura di Città, e accogliamo con estremo entusiasmo il cambio di approccio amministrativo dell’intera maggioranza responsabile della ulteriore perdita di tempo all’intera Città di Corigliano-Rossano.

Francesco Madeo
Corigliano-Rossano in Azione

Adele Olivo
UDC – Unione di Centro

Alfonso Caravetta
UDC- Unione di Centro