di Pietro Caligiuri
Dal 1946 ad oggi in Italia si sono svolti 73 referendum nazionali, di cui 67 referendum abrogativi, un referendum istituzionale, un referendum consultivo e 4 referendum costituzionali. Sono in programma 5 referendum abrogativi che si terranno il giorno 12 giugno 2022.

Di questi referendum 39 hanno raggiunto il Quorum, 28 no, i Politici si sono sbizzarriti a proporre i referendum, dal primo del 1974 sul Divorzio all’ultimo del 2016 Proroga delle concessioni di estrazione di idrocarburi entro le 12 miglia marine.

Naturalmente, questo è un mio pensiero personale . Parlando con amici, molti sono d’accordo con me nel pensare che questo è uno spreco di DENARO Pubblico che si potrebbe evitare.

Quante volte abbiamo sentito dire dai politici di turno che il popolo aveva votato per quel gruppo di partiti e che era un loro diritto dover governare.

Tutto esatto, allora qualcuno mi spieghi perché deve il cittadino assumersi delle responsabilità visto che abbiamo già deciso da chi ci dobbiamo fare governare?

Non sarebbe molto meglio investire i soldi che si sprecano per i referendum per fare pagare meno tasse?

Naturalmente sappiamo tutti che questa è utopia per noi poveri cittadini non per loro Politici.

Io, come ormai sto facendo da diversi anni, non mi reco più a votare, ma vorrei che in tanti lo facessero perché prima o poi i politici capiranno che si devono prendere le loro responsabilità visto l’esoso stipendio che prendono.

Poi se volgiamo entrare nel profondo, notiamo chi ha raccolto le firme per i referendum, mi riferisco soprattutto alla Lega.

Vi ricordate un paio di anni fa, quando una persona sparò al ladro perché stava entrando in casa per rapinarlo e lo uccise? ebbene, il Segretario di quel Partito disse che era giusto difendersi, ne disse tante su quel fatto, tutto andava bene, ora invece che molti stati stanno inviando armi all’Ucraina per difendersi dalla Guerra non va più bene, vi chiedo: come si fa ancora oggi a dare retta a questa persona ed al suo partito visto che in molti in Calabria continuano a votarlo?

La dimostrazione lampante è che noi come Città non siamo calcolati per chi vuol vederla è limpida.

Sono anni che stanno lavorando sul tratto ferroviario Sibari-Catanzaro, stazione di Corigliano, copertura totale su entrambi i binari e sottopasso, Mirto-Crosia stanno facendo i lavori in questi giorni, non so la copertura ma di sicuro stanno facendo il sottopasso, Rossano? Niente sottopasso niente copertura sul secondo binario noi che tutte la mattine prendiamo il treno per andare a lavoro, quando piove siamo disagiati perché il treno arriva al binario due dove non c’è copertura, ma di tutto questo nessun politico Locale, Provinciale, Regionale, Nazionale ne ha parlato, come si dice dalla nostre parti “ VALIAMO QUANDO IL DUE DI BRISCOLA” cioè un benamato c……….

Povera Calabria come siamo caduti in basso.

Caligiuri Pietro