L’Amministrazione Stasi, dopo aver realizzato la mancata riconferma per il fallimento annunciato della questione rifiuti, cerca di imbastire una nuova storiella da propinare a noi cittadini.

Nella Città di Corigliano-Rossano si parte sempre dalla fine, peggio di come facevano le vecchie amministrazioni. Nulla migliora.

Vediamo pesciolini ferrosi comparire sulla spiaggia, sempre più sporca e sempre più inadeguata, fino a modificare le procedure amministrative dell’ATO solo per prendere una boccata di ossigeno elettorale durante la stagione estiva.

Intanto le percentuali di raccolta differenziata scendono, per l’assenza di progettualità dell’Amministrazione Comunale ormai aggrovigliata tra proroghe illegittime e procedure di gara senza fine, mentre il degrado e i costi aumentano.

La Città di Corigliano-Rossano gestisce i problemi finanziari di tutta la sibaritide, ecco l’arma di distrazione di massa tormentone dell’estate 2022 è arrivata, come se fossimo un Comune virtuoso che può permettersi il lusso di bacchettare gli altri.

Ma il gioco è presto svelato. Il Sindaco Stasi, sempre più solo nell’affrontare la Tematica, ha solo bisogno di prendere tempo, in questo caso economico, e lo scarica barile tra i comuni della sibaritide a breve inizierà.

Senza un servizio di raccolta differenziata adeguato, senza una squadra politica in grado di affrontare la sfida futura e i problemi attuali, senza un serio potenziamento degli uffici ambiente comunali, senza l’assunzione a tempo indeterminato di un dirigente preparato per il nostro territorio, nulla potrà migliorare nella nostra Città.

Come “Corigliano-Rossano in Azione” speriamo solo di non trovarci ancora più isolati rispetto agli altri comuni dell’alto e baso ionio cosentino.

Francesco Madeo
Corigliano-Rossano in Azione