Tanta paura, nel pomeriggio odierno, in un tratto di spiaggia dell’area urbana di Rossano della terza città della Calabria, ma per fortuna nessuna grave conseguenza per il giovane protagonista della vicenda.

Un ragazzo di 25 anni di Gallipoli (Lecce), difatti, si è sentito male e, dopo aver perso i sensi, si è accasciato in riva.
A prestare i primi, significativi soccorsi al giovane sono stati due bagnini della “Asd Baywatch Co.Ro” (in servizio dallo scorso primo luglio in virtù di apposito progetto approvato dal Comune di Corigliano Rossano), i quali hanno verificato le immediate condizioni di salute del giovane, rasserenato gli animi dei numerosi presenti in spiaggia, comprensibilmente preoccupati, e allertato il 118 e le Forze dell’ordine.
Sul posto sono intervenuti di lì a poco i sanitari che, constatato che si trattava di uno svenimento dovuto al gran caldo registrato in questa prima e torrida domenica di luglio, hanno comunque trasportato il 25enne all’ospedale di Rossano per l’adeguata assistenza. Intervenuti anche, come sempre in modo celere ed efficace, i Carabinieri della Stazione di Rossano, appartenenti al Reparto Territoriale dell’Arma dei Carabinieri di Corigliano Rossano diretto dal Tenente Colonnello Raffaele Giovinazzo.
Quanto accaduto oggi – a prescindere dalle polemiche, dalle contestazioni e dalle indagini sulla ormai nota vicenda dei bagnini ingaggiati dal Comune – dimostra, comunque, come e quanto sia importante la presenza di figure qualificate sulla spiaggia libera, quale prezioso ausilio per il pronto intervento in situazioni di pericolo e qualsivoglia necessità. Il dato finale, inoltre, è lieto, poiché il giovane è sano e salvo: il caldo gioca brutti scherzi.
FABIO PISTOIA