Il sindaco Stasi: «Su pulizia dei torrenti continua la spinta sugli organi competenti, noi siamo pronti».

CORIGLIANO-ROSSANO – Alla luce dei fenomeni meteorologici violenti ed imprevedibili che si stanno abbattendo sull’intera nazione, quest’oggi fin dalle prime ore del mattino, insieme alla Protezione Civile Comunale ed ai responsabili dei settori “Ambiente ed Energia” e “Reti e Manutenzione”, abbiamo monitorato la situazione sull’intero territorio cittadino. Fortunatamente non è stato necessario attivare il COC.

Si sono registrati disagi in alcuni punti particolarmente depressi, alcuni dei quali ben noti, che nei prossimi giorni saranno oggetto di interventi strutturali (come Pirro Malena/Fabrizio) o di interventi di verifica della funzionalità e pulizia della rete e dei bacini di raccolta: via Messico, Palmeto, Salice ed altre aree.

In generale gli impianti, ed in particolare quelli ripristinati e potenziati dal nostro esecutivo rispetto ad uno stato generale di impianti sottodimensionati e vetusti, hanno funzionato consentendo il deflusso delle acque nelle zone depresse, mentre rimangono criticità rispetto al sottodimensionamento delle reti di raccolta – frutto di politiche sbagliate di cementificazione selvaggia – per le quali si sta procedendo a progetti specifici in parte già finanziati.

Per quanto riguarda la pulizia dei torrenti, che preoccupa noi ed ogni cittadino, nelle scorse ore è stata inviata una ennesima missiva agli uffici regionali, Calabria Verde, Consorzio di Bonifica ed altri organi interessati, con la quale ho precisato ancora una volta quali sono le competenze in capo agli enti comunali rispetto ad altri enti, senza possibilità di ulteriori interpretazioni soggettive e fantasiose.

Allo stesso tempo ho sottolineato ancora una volta l’urgenza di interventi sui torrenti per i quali sono state registrate criticità, dal Grammisato al Coriglianeto passando per Cino, Colagnati ed altri, dando disponibilità ad attivare ogni collaborazione istituzionale utile finalizzata ad intervenire nel miglior modo possibile per garantire la sicurezza della comunità: noi siamo pronti.

Le immagini che provengono dai territori marchigiani – che fanno seguito alle immagini di qualche settimana fa di scilla – ai quali manifesto a nome dell’intera città una profonda vicinanza e solidarietà, ci fanno comprendere ancora una volta che non c’è tempo da perdere e che ogni ente deve azionare gli interventi necessari senza sprecare energie in un inutile scarica barile.

Credo e spero che i tempi siano maturi per passare ai fatti.

IL SINDACO

FLAVIO STASI