Caro biglietti treni, lettera aperta al sen. Rapani

di Pietro Caligiuri
Carissimo Senatore Ernesto Rapani, come prima cosa Le voglio fare i miei più sinceri complimenti per la nomina. Penso che sappia che sono sinceri questi miei auguri, auguri di un amico di vecchia data.

Come ben sai sono 21 anni che faccio il pendolare e in questi anni abbiamo visto solo un abbandono costante della tratta Ferroviaria Sibari – Catanzaro Lido.

A tutti piacerebbe lavorare vicino a casa, ma non tutti siamo fortunati. Visto che dobbiamo continuare a fare i pendolari si spera sempre di farlo in piena comodità , quella che ci era stata detta tempo fa dai rappresentanti di Trenitalia quando hanno iniziato i lavori per l’ammodernamento della tratta ferroviaria.Alla Stazione di Rossano era previsto il sottopasso e la copertura dei binari ma, ahi noi, come per magia non si è realizzato niente. La beffa non è solo questa, un solo binario è coperto, il primo, così quando piove siamo costretti a bagnarci perché il treno arriva sempre e solo al secondo binario.

Noi pendolari abbiamo sempre scritto a tutti gli interessati, ma essendo dei poveri pendolari nessuno si degna di risponderci che sia Trenitalia oppure la Regione Calabria,

chiediamo a Lei Senatore se riesce a farci sapere rispetto a quello scritto sopra visto anche che nell’ultima settimana hanno aumentato il costo del biglietto e di conseguenza anche l’abbonamento. Qualcuno i soldi da noi pagati li prende… a noi restano disagi, treni obsoleti, in ritardo, per non parlare dell’estate trascorsa con 40 gradi e viaggiare senza aria condizionata.

Confidiamo in un suo aiuto per avere un po’ di chiarezza.

Rinnovandole i miei più sentiti auguri Le faccio un grosso in bocca al lupo per la nuova carica.

Pietro Caligiuri