Quanti domani sera a partire dalle 18 giungeranno numerosi (ne siamo certi) nella sala riunioni del Beato Felton attaccata al Santuario dedicato a Francesco di Paola nel centro storico coriglianese, impiegheranno al massimo 2 secondi per firmare la Proposta di legge regionale d’iniziativa popolare finalizzata ad abrogare il comune unico di Corigliano-Rossano

nato 5 anni fa con la fusione ed a re-istituire i due comuni originari di Corigliano Calabro e di Rossano.
Essi, infatti, non avranno alcuna necessità di “pensarci su”. LEGGI ARTICOLO COMPLETO

Articoli correlati