La nostra Comunità Cristiana che è in Corigliano Rossano, in comunione con la Chiesa Universale , si appresta a partecipare con gioia ai festeggiamenti in onore di Papa Francesco, Vescovo di Roma, nella ricorrenza del suo prossimo 86.mo compleanno, essendo lui nato a Buenos Aires il 17.12.1936.

Papa Francesco, per noi, è il 266.mo successore dell’Apostolo Pietro, il quale, secondo la Tradizione , venne a Roma , capitale dell’Impero Romano, per annunciare al mondo intero il Vangelo della salvezza del Dio di Gesù.

Papa significa “Padre” ( dal greco papas!), ma nel passato al Papa sono stati attribuiti tanti ” Titoli onorifici “. Da “Successore del Principe degli Apostoli” si è passato a: ” Sommo Pontefice della Chiesa Universale”; a “Primate d’Italia”; a “Arcivescovo e Metropolita della Provincia Romana “; a “Sovrano dello Stato della Città del Vaticano”, passando persino da ” Servo dei Servi di Dio a ” Vicario di Gesù Cristo”.

Sono Titoli Storici , i quali vanno tutti rimossi. Soprattutto va rimosso il Titolo di ” Vicario di Gesù Cristo”, che fa di ogni Pontefice un personaggio semidivino, il famoso ” Dolce Cristo in Terra”, trattato e venerato come una Divinità e idolatrato come un Faraone.

No ! Dai Vangeli si evince il contrario. Gesù Risorto non nomina alcun successore, né tantomeno un suo Vicario, in quanto assicura i suoi: ” Ecco IO sono con voi tutti i giorni sino alla fine dei tempi ( Mt.28,20)”,

Gesù quando promette di dare le Chiavi della sua Chiesa a Pietro e da lui al suo successore, cioè al Papa, non gli dà alcun Potere, ma gli affida solo la ” Responsabilità nella Sicurezza” per la conoscenza della vera Vita della sua Comunità . ( Mt.16,39).

La Comunità Cristiana è governata direttamente da Dio ( Genitore) e non dal Papa .

Dio non governa la sua Comunità emanando leggi da far osservare, ma solo effondendo continuamente il Suo Spirito, cioè la sua stessa Capacità di amore.

Papa Francesco , da Vescovo di Roma, sta, oggi, tracciando per tutti, non senza un palese e sofferente travaglio interiore ma con autorevole responsabilità , la linea maestra di una Chiesa sempre in conversione ( Mt.4,17), ed attenta alla graduale salvezza dell’ umanità secondo il Vangelo del Cristo.

Grazie, caro Papa Francesco ! Grazie di cuore! Auguri e. . . ” Ad Multos annos”!

Corigliano Rossano 13.12.2022 ( Franco Palmisano)

Articoli correlati