CORIGLIANO-ROSSANO, 14 dicembre 2022 – Era luglio scorso quando il consigliere regionale Pasqualina Straface annunciava di aver presentato una proposta di legge recante “Modifiche alla legge regionale 23 luglio 2003, n. 11 (Disposizioni per la bonifica e la tutela del territorio rurale.

Ordinamento dei Consorzi di Bonifica)”. Una iniziativa istituzionale volta a mettere mano in tema di tributi spettanti ai Consorzi di bonifica, alla luce delle situazioni ingiuste venutesi a registrare in luogo di servizi non corrisposti, fonte di disagi legittimi da parte dei cittadini.
Nel mentre registriamo il commissariamento da parte della Regione Calabria del Consorzio di bonifica di Trebisacce, ci chiediamo che fine abbia fatto la proposta di modifica della legge regionale sui consorzi, già dichiarata incostituzionale, e che costringe ogni anno gli agricoltori a far fronte a ricorsi costosi per l’annullamento di cartelle per tributi consortili non dovuti.
In queste settimane sono stati notificati in città numerosi atti esecutivi da parte dell’agente per la riscossione del Consorzio di Bonifica integrale dei Bacini dello Jonio, per il mancato pagamento dei tributi anche per gli “immobili extragricoli”. Della proposta di modifica della legge regionale però si sono perse le tracce a riprova che una cosa sono le promesse una cosa sono i fatti.
Ad un anno dal nuovo corso regionale si attivi la giunta Occhiuto per risolvere le tante incompiute! La luna di miele con i cittadini è finita.
Movimento #CoriglianoRossanoFutura

Articoli correlati