“Cantavo facendo finta di suonare una chitarra e mia mamma si preoccupava perché ero pigro a parlare. Portò il video in cui cantavo in inglese al dottore, che si fece una risata perché gli disse che non avevo alcun problema ma solo una dote canora”.

Il simpatico aneddoto è raccontato dal protagonista di una splendida storia: splendida come la sua voce, come la sua famiglia, come la fattiva speranza di un fulgido avvenire. Marco Della Mura, piccolo ma promettente cantante lirico, ha 12 anni, è di Corigliano Rossano (dove vive, nell’area urbana di Rossano, insieme ai suoi affettuosi genitori e alla dolce sorellina) e fin da piccolissimo ama la musica, seguito nel suo percorso, in particolare, dall’attenta e sensibile mamma Maria.
“Io voglio diventare un cantante lirico. La prima volta che ho ascoltato questa musica mi è piaciuta tanto. Ho preso spunto da Claudio Villa”. Il talentuoso Marco ha le idee ben chiare e per questo motivo, con impegno, dedizione e perseveranza, studia presso la scuola secondaria “A.G. Roncalli” – I.C. ROSSANO 3 ed è allievo del professore Pierpaolo Mingrone nella sua scuola di musica “Musicarte”.
“La mia passione nasce quando ero piccolo, in macchina con la mamma ho sentito una canzone di Massimo Ranieri e ho iniziato a canticchiarla. Poi ho incontrato Massimo Ranieri che mi ha detto: Vai a scuola di canto, che quando sarai pronto farai un duetto con me”. Marco, difatti, già all’età di 5 anni ha conosciuto personalmente il suo idolo, Massimo Ranieri, a da allora frequenta la suddetta scuola del maestro Mingrone.
Il nostro giovane concittadino ha partecipato a vari concorsi, aggiudicandosi il primo posto, ha vinto borse di studio che gli hanno dato l’opportunità di frequentare lezioni con il maestro Enzo Campagnoli, direttore d’orchestra del Festival di Sanremo, ha partecipato a un contest online con la Germania arrivando primo in classifica e raggiungendo oltre 35.000 visualizzazioni. La nota Radiofuturoweb, capitanata dal direttore Nunzio Gallo, lo sostiene dal 2019, ha inoltre partecipato a “Una voce per Aurora” dove si è classificato al primo posto ed è stato premiato dal presidente di giuria Marco Carta, ricevendo un premio realizzato da Michele Affidato, noto orafo di Crotone. È stato ospite al “Puglia Talenti”, il cui direttore artistico è Mimmo Bellè, a marzo ha partecipato come ospite all’evento dedicato alla “Giornata della Felicità” nelle Tenute di Albano dove è stato molto apprezzato non solo dai presenti: lo stesso Albano si è infatti complimentato per la stoffa e il talento di Marco. È stato ospite al “Gran Galà della Musica” in Puglia con la partecipazione di Manuela Villa, figlia dell’indimenticabile Claudio Villa, a maggio è stato poi protagonista insieme alla sorella gemella Rosa di un prestigioso evento nella Capitale dove ha omaggiato sua altezza il Principe Gran Maestro del Sovrano Ordine di San Giovanni di Gerusalemme dei Cavalieri di Malta con la canzone “Granada”. Viene invitato come ospite in vari eventi in tutta Italia ed a settembre, con enorme soddisfazione, ha avuto l’onore di duettare con la “regina” della musica lirica nel mondo, il soprano Katia Ricciarelli.
Marco viene oggi considerato un grandissimo talento e se oggi è diventato allievo di Katia Ricciarelli il merito è del maestro Pierpaolo Mingrone che, con grande amore, ne segue da sempre il suo percorso artistico, e della manager e stilista Maria Antonietta Calò, professionista attenta e sensibile che da sempre ha creduto nelle capacità di Marco, coinvolgendolo in diverse manifestazioni. Il 9 settembre, Katia Ricciarelli, durante un evento organizzato proprio da Maria Antonietta Calò a Brindisi presso le Tenute Lu Spada, ha ascoltato per la prima volta Marco.
“Ad entrambi – dichiara la mamma Maria – rivolgo un sentito ringraziamento per tutto ciò che hanno fatto e che continuano a fare per mio figlio, inoltre un ringraziamento speciale va a Katia Ricciarelli per aver reso realtà il sogno di mio figlio e per tutto l’affetto che prova per lui. Siamo consapevoli che questo non è un arrivo bensì un punto di partenza, ma la nostra forza è di essere circondati da queste belle persone”.
Basti pensare che il 14 dicembre scorso Marco Della Mura è stato ospite, insieme a Katia Ricciarelli, alla trasmissione di Rai Uno “Oggi è un altro giorno”, esibendosi e registrando unanimi consensi; entrambi, nello stesso giorno hanno poi partecipato all’evento organizzato dalla stilista Maria Antonietta Calò a Leporano, “La magia del Teatro e della Musica”, e concludere il giorno dopo al Teatro Olmi a Brindisi.
Cos’altro aggiungere a questo già imponente e prezioso bagaglio di esperienze che il nostro Marco porta con sé? A lui, concittadino di Corigliano Rossano del quale essere orgogliosi, le più fervide congratulazioni e l’auspicio di un raggiante futuro, accompagnato sempre dalla confortante presenza della mamma Maria e di tutta la sua affiatata famiglia.
FABIO PISTOIA

Articoli correlati