I rapporti «istituzionali» di Marinella Grillo con la famiglia Sapia-Uva sua procacciatrice di voti nel 2019 e l’iniziativa dell’assessore Damiano Viteritti finalizzata a stroncare qualsiasi monopolio davanti ai due camposanti.

Posizioni inconciliabili, anzi incompatibili. Tanto sotto l’aspetto politico, quanto, ed ancor più, sotto il profilo istituzionale. LEGGI ARTICOLO COMPLETO

Articoli correlati