Attivata collaborazione anche con Consorzio per individuare la causa del problema.

CORIGLIANO-ROSSANO, 11 luglio 2023 – Anche questa mattina gli uffici comunali, accompagnati dall’assessore alle Politiche Ambientali, Damiano Viteritti e supportati dalla Polizia Locale, hanno continuato a monitorare e risalire torrenti e canali di scolo per individuare eventuali fonti di acqua sporca che hanno causato le scie dei giorni scorsi: una attività che non si fermerà fin quando non sarà risolto il problema.

Da questa mattina, con ritrovato spirito di collaborazione dopo il dibattito pubblico anche aspro delle scorse ore, hanno accompagnato questo lavoro di monitoraggio anche gli addetti del Consorzio di Bonifica, con l’obiettivo di individuare insieme eventuali problemi e risolverli senza indugio.

Il problema viene registrato per un tempo limitato, quasi sempre nelle medesime fasce orarie e contemporaneamente in più punti del litorale, circostanza che farebbe pensare più ad un problema di rete che altro, tenendo conto che i depuratori restano monitorati h24. Inoltre l’eventualità di uno scarico sporadico di qualsiasi natura si sarebbe registrata, nei medesimi punti, anche l’anno scorso o due anni fa, mentre è noto come negli ultimi due anni la qualità dell’acqua nel golfo di Corigliano-Rossano è stata quasi sempre perfetta, anche per il lavoro certosino che l’Amministrazione ha fatto e continua a fare sui depuratori.

«Stiamo proseguendo a setacciare il territorio metro per metro – afferma l’assessore Viteritti – una operazione che sto seguendo personalmente insieme ad alcuni addetti dell’Ufficio e quando necessario insieme alla Polizia Locale, per verificare ogni scarico ed il corretto funzionamento di reti ed impianti. Il fenomeno sarà presto individuato e corretto».

«Sappiamo tutti che mai come negli anni passati l’acqua del nostro mare era stata costantemente limpida – dichiara il sindaco Flavio Stasi – e intendiamo proseguire in questa direzione. Il fenomeno che si registra quest’anno ci ha fatto pensare ad acqua irrigua (che non sempre è acqua minerale) perché rilevato sempre negli stessi orari ed in più punti, circostanza che esclude degli scarichi sporadici sui quali comunque stiamo effettuando le opportune verifiche. Ho accolto con piacere la disponibilità, registrata fin da questa mattina, di collaborazione da parte del Consorzio di Bonifica per individuare insieme eventuali problemi e risolverli. Come detto spesso, nessuno più di un sindaco può comprendere le difficoltà di amministrazione di un ente complesso, l’importante è lavorare costantemente per la risoluzione dei problemi».

Articoli correlati