• Home
  • Attualità
  • Vespa e solidarietà: Vespisti per Rossano – alluvione agosto 2015

Vespa e solidarietà: Vespisti per Rossano – alluvione agosto 2015

Vespa, lo scooter più diffuso al mondo! E’ questo uno dei tanti slogan promosso dalla Piaggio per descrivere il motoveicolo che ha segnato la storia d’Italia dal dopoguerra ad oggi, con 70 anni di onorata carriera. La vespa è anche sinonimo di vintage, raduni, la dolce vita, passeggiate in aperta campagna, che induce chi la possiede, prima o poi, ad unirsi in forma associata dando vita agli oltre 500 Vespa Club diffusi in tutta Italia e nel mondo e che riempiono la Penisola, tutto l’anno, di svariate manifestazioni turistiche, sportive ed altre attività che nella fattispecie sono dette “vespistiche”.

Il vespismo è anche solidarietà, ed il Presidente del Vespa Club Rossano, Francesco Arci, non è nuovo a queste onorevoli iniziative, avendo già avviato, a suo tempo, la campagna di solidarietà “vespisti per l’Emilia e la Lombardia, in occasione del Terremoto del 2012.
“Vespisti per Rossano-Alluvione 2015” è il nome che il locale Vespa Club ha dato alla campagna di solidarietà per i cittadini rossanesi colpiti dal tragico alluvione del 12 Agosto 2015, aperta a tutti i Vespa Club Italiani. All’appello hanno risposto diversi vespa Club affiliati al Vespa Club Italia, che hanno effettuato importanti donazioni con bonifici su apposito conto corrente gestito dal Presidente Arci.
Lo stesso si era prefissato come obiettivo un importo di circa 1.000 Euro, senza sapere veramente poi come spenderli, ma il cuore dei vespisti Italiani è andato oltre, raggiungendo i 1.800 Euro.
Com’è nata l’iniziativa?
La mattina dell’alluvione sia i Telegiornali che i social trasmettevano le tragiche immagini di quello che stava succedendo in diretta a Rossano e quelle degli immediati aiuti umanitari accorsi sia dalle istituzioni ma soprattutto da parte dei liberi cittadini, di imprese di movimento terra e dalle associazioni.
Tra queste ultime, fondamentale è stato l’intervento dei fuoristrada e del gruppo Magna Grecia off road di Rossano.
Il vespa Club come associazione, ovviamente, era inerme, non avendo i mezzi idonei per intervenire in aiuto agli sfollati, se non a spalare fango ma in forma individuale.
Per questo motivo il club ha voluto avviare una raccolta fondi da destinare ai bisognosi!
Come? Coinvolgendo i vespisti Italiani, dimostrando quanto forte e attivo è tale movimento: il vespismo.
Alla raccolta fondi hanno partecipato diversi Vespa Club Calabresi, ma anche Pugliesi e qualcuno del Centro Italia.
I Club Calabresi sono: Vespa Club Reggio Calabria, Vespa Club Lamezia Terme, Vespa Club Crotone e Vespa Club Brutium di Bisignano (CS).
I Club Pugliesi sono: Vespa Club Acquaviva delle Fonti (BA), Vespa Club Conversano (BA), Vespa Club Gioia del Colle (BA), Vespa Club Taranto e Vespa Club Castellaneta.
Gli altri Vespa Club sono: Vespa Club Popoli (Pe), (Città che ha dato i natali all’Ing. Corradino D’Ascanio, l’inventore della Vespa;) nonché un Vespa Club della provincia di Avellino.
Alla raccolta fondi hanno partecipato altresì il Club Scooter d’epoca di Lamezia Terme, l’Arci Nuova Associazione di Spezzano Albanese (CS) e l’Azienda Agricola il Gelso-agriturismo Le Colline del Gelso di Rossano.
Una volta raccolti i fondi, il Presidente Arci ha dapprima individuato personalmente, (e con l’aiuto di amici, non conoscendo i residenti) quelle famiglie aventi unica dimora in località S. Angelo, (la zona più colpita, totalmente allagata per la rottura dell’argine del vicinissimo Torrente Citrea). Famiglie aventi solo ed esclusivamente quell’unica casa nel territorio comunale, che veramente avevano perso tutto in quel tragico giorno d’Agosto e che gli erano rimasti in piedi solo i muri di casa.
Fortunatamente queste famiglie erano poche, dato che la zona è prettamente turistica e la maggior parte degli immobili danneggiati sono “seconde case”.
Il Vespa Club Rossano, grazie ai suddetti contributi, ha potuto acquistare e donare:
- per la famiglia C.A., una delle più danneggiate, composta da due persone, una lavatrice ed una camera da letto completa di due comodini, letto matrimoniale e due armadi;
- per la famiglia F.C., composta da tre persone tra cui una anziana e malata, un televisore ed un armadio;
- per la famiglia F.P., composta da due persone tra cui una malata, un armadio;
- per la locale chiesa di S. Angelo, materiali didattici per i bambini, che saranno distribuiti dal parroco.
Passata l’emergenza, il Presidente Arci puo’ ritenersi pienamente soddisfatto per aver aiutato concretamente queste famiglie donando loro una piccola parte di quello che l’alluvione ha portato via. Il Vespa Club Rossano ha così dato il proprio contributo alla Città Bizantina, coadiuvando il resto degli aiuti umanitari portati dalle altre associazioni e dalle istituzioni.
Il ringraziamento del Presidente Arci va a tutti i Vespa Club sopra nominati e alle altre realtà che hanno partecipato a tale importantissima iniziativa, basata sul piccolo ma preziosissimo gesto del singolo vespista associato.
Il Presidente Arci, dichiaratosi meravigliato e incredulo davanti a tali risultati, è toccato dalla stima e dalla fiducia dimostrata da coloro (la maggior parte amici che si incontrano durante i vari raduni) che hanno partecipato con il proprio contributo economico, verso i quali rimane un personale, intimo obbligo morale.
La prossima iniziativa di solidarietà, in programma per il 2016, è prevista a Settembre, allorquando un gruppo di vespisti (Augusto Gaudino - Vespa Club Santhià (VC), Domenico Gelmi - Vespa Club Malonno (BS), Agostino Mastrorocco - Vespa Club Acquaviva delle Fonti (BA), Francesco Muroni - Vespa Club Roma , Daniela Ariano - Vespa Club Oria (BR) e Annarita Lanotte - Vespa Club Barletta (BT) gireranno tutta l’Italia in vespa, con l’obiettivo di far conoscere l’amara realtà dell’Autismo troppo spesso ignorata e a raccogliere fondi per progetti locali sia dell’ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) che dell’ASSOCIAZIONE SANGUIS FRANCISCI, promotrice del restauro della Chiesa di Castelvecchio Subequo (AQ) ove è custodita la reliquia con il sangue delle Stimmate di San Francesco d’Assisi. Il tour di 7000 km, prevede oltre 100 tappe in tutta Italia, tra cui una breve sarà proprio a Rossano e che sarà organizzata dal locale Vespa Club.

0 awesome comments!

Il Blog di Rossano