• Home
  • Cronaca
  • ‘Ndrangheta | Omicidio Elia: lo strano cambio di residenza della vittima che però era rimasta nella sua Cassano

‘Ndrangheta | Omicidio Elia: lo strano cambio di residenza della vittima che però era rimasta nella sua Cassano

L’imprenditore agricolo aveva chiesto ed ottenuto il trasferimento a Rende durante l’emergenza da Coronavirus. Delitto ripreso da alcune telecamere? Effettuato lo “stub” su alcuni sospettati

Un omicidio a telecamere accese. Già. Sembrerebbe, infatti, che gl’investigatori dell’arma dei carabinieri abbiano acquisito e stiano attentamente visionando le registrazioni d’una telecamera di sorveglianza privata posta nei pressi del luogo in cui mercoledì mattina scorso s’è consumato a colpi di kalashnikov e d’una pistola calibro 7,65 l’omicidio del 40enne di Cassano Jonio Francesco Elia

lasciando gravemente ferito sul “campo di battaglia” l’operaio rumeno di 30 anni Mihita Capraru Bogdan il quale si trovava al suo fianco nell’abitacolo della Fiat Panda guidata dalla vittima e che per scampare ai colpi di grazia del commando killer s’era finto già morto. LEGGI ARTICOLO COMPLETO

0 awesome comments!