SCUOLE CHIUSE

Da domani e fino al 21 novembre prossimo sono sospese le lezioni in presenza per tutte le scuole pubbliche e private, di ogni ordine e grado, ivi compresi gli asili nido comunali e le scuole paritarie site nel Comune di Corigliano-Rossano.

E’ quanto è scritto nell’ordinanza emanata nel pomeriggio di oggi, 12 Novembre 2020, dal Sindaco Flavio Stasi. Un  provvedimento necessario a salvaguardia della salute pubblica, che ha il fine di scongiurare il propagarsi dei contagi da COVID-19 e garantire la possibilità che l’attività delle scuole sia svolta nel modo più sicuro.

Nel provvedimento si invita, in ossequio all’autonomia loro riconosciuta dal Legislatore, i Dirigenti scolastici a voler attivare forme di DAD in aula per quei docenti che avessero problemi di connessione dalla propria abitazione o da altro luogo, nonché gli stessi Dirigenti ad integrare la carenza di dispositivi digitali da parte di taluni discenti attraverso le forme e le modalità che ritengano più opportune.

Resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza esclusivamente per realizzare l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

In questi giorni - dichiara il Primo Cittadino - abbiamo continuato a monitorare la diffusione del contagio in città e sul territorio. I ritardi con cui arrivano i risultati dei tamponi, i casi di contagio in crescita (alcuni dei quali con contatti negli ambienti scolastici) e la saturazione delle strutture sanitarie impongono di assumere decisioni tempestive.

Per quanto sia doloroso - continua Stasi - interrompere nuovamente il percorso formativo dei nostri ragazzi, la loro socialità, sono costretto a sospendere le attività didattiche in presenza al fine di prevenire il più possibile la diffusione del contagio. Capisco le ragioni di coloro che non saranno d'accordo con questo provvedimento, perchè condivido l'importanza di garantire il diritto all'istruzione dei nostri ragazzi e comprendo le difficoltà che ciò comporta, così come comprendo le preoccupazioni di coloro che in questi giorni avrebbero voluto la sospensione.

Si tratta di un provvedimento necessario per proteggere tutta la nostra comunità.

In ogni caso - conclude - non si tratta di una misura senza termine. La sospensione è prevista fino al 21 novembre proprio perchè ci auguriamo che, in questo lasso di tempo, si possa recuperare pienamente il tracciamento dei contagi e si velocizzi, anche grazie all'attivazione del nuovo laboratorio nello Spoke, il processo di analisi dei tamponi.

0 awesome comments!