• Home
  • Cronaca
  • Prostituzione / Ecco il mio inferno nel girone della 106

Prostituzione / Ecco il mio inferno nel girone della 106

Viktoriya siede in un bar, s’è fermata per un caffè. Lavora lungo la trafficatissima Statale 106. E’ di nazionalità bielorussa, mora, occhi scuri ed inquieti. Ha poca voglia di parlare: «Ormai me la so cavare bene sulla strada. La mia pelle sembra morbida, invece è molto dura. So come trattare il mio lavoro».

Senza documenti e con qualcuno che, inevitabilmente, la protegge. Come decine di altre ragazze di diverse nazionalità “esposte” sulle strade della Sibaritide.
LEGGI TUTTO ARTICOLO   {fcomments}{jcomments off}

0 awesome comments!