• Home
  • Cultura
  • Tecnologia: cosa piace fare online ai calabresi?

Tecnologia: cosa piace fare online ai calabresi?

 

 

Internet è ormai uno dei punti di riferimento della nostra vita. E lo è non solo per quanto concerne l’aspetto lavorativo, ma anche per tutte le attività che ogni giorno si possono portare avanti sui vari siti. Non a caso negli ultimi anni la diffusione e l’utilizzo del web si è diffuso sempre più in Italia e nel mondo. Dal guardare le serie tv in streaming, al giocare legali riconosciuti come Voglia di Vincere casinò online, fino a trascorrere il tempo sui social. 

 

In alcune regioni come la Calabria, inoltre, la situazione è in continua evoluzione grazie anche all’alto utilizzo della rete. Non a caso alcuni comuni della Calabria figurano nell’elenco dei comuni che usufruiranno della sperimentazione della 5G, la tecnologia che consente di sfruttare una connessione internet sempre stabile e super veloce. 

 

Le abitudini dei calabresi online

Le cose da fare online sono davvero tante. Ma quali sono le attività online preferite in Calabria? I più giovani si connettono ad internet soprattutto per sfruttare i vari social network. Secondo una ricerca di IPSOS, infatti, i più giovani risultano essere sempre più connessi ed utilizzano soprattutto WhatsApp (50%) e Instagram (18%), conoscono abbastanza bene le regole che governano la Privacy della Rete (53%), ma non se ne preoccupano più di tanto (55%). Vivono relazioni “virtuali” nei gruppi di conversazione sulle applicazioni di messaggistica dei loro smartphone, a volte anche con persone che non conoscono direttamente (32%): quasi uno su tre (27%) invia messaggi, video o foto con riferimenti sessuali a gruppi dove non conosce tutti i partecipanti e uno su tre (33%) si dà appuntamento con qualcuno conosciuto solo attraverso questi gruppi.

 

Come sottolineano gli esperti i nuovi media rappresentano una grande opportunità per i più giovani, i, per la loro crescita personale e formativa. L’accesso a queste tecnologie è un diritto che dovrebbe essere garantito a tutti i ragazzi, così come un’adeguata formazione nell’utilizzo di questi strumenti e la sicurezza di potersi muovere in un ambiente digitale che non nasconda rischi o pericoli.

 

Non a caso, secondo gli ultimi dati, in Calabria nel 2019 sono stati spesi circa 255 milioni di euro in giochi online. A Cosenza va la palma di provincia numero uno, in quanto a soldi giocati nelle slot machine. Al secondo posto si colloca Reggio Calabria, seguita da Catanzaro e Vibo Valentia, con Crotone che chiude la lista dei comuni maggiormente interessati dal fenomeno.

 

I dati degli e-commerce

Cresce in maniera esponenziale anche il numero di utenti che utilizzano la rete per effettuare acquisti di qualsiasi genere. La Calabria, insieme alla Campania e l’Abruzzo, è una delle regioni che sotto questo profilo è cresciuta ad un ritmo più sostenuto nell’ultimo anno.

 

I dati di InfoCamere e Unioncamere ci dicono anche che ci sono alcuni beni e servizi in crescita, come quelli che riguardano il tempo libero e il turismo. Molto gettonato è anche il settore dell’arredamento e degli elettrodomestici, ma non sappiamo se le tendenze potrebbero diversificarsi. In ascesa sono anche la vendita di medicinali e cibi. In pole position restano, da un lato, l’informatica e l’elettronica e, dall’altro, l’abbigliamento e il beauty.

 
0 awesome comments!