• Home
  • Cultura
  • Proposte sulla Cultura a Stasi: Costituire subito l’Archivio Comunale dei Giovani Artisti

Proposte sulla Cultura a Stasi: Costituire subito l’Archivio Comunale dei Giovani Artisti

 

Promuovere le Residenze Artistiche in Città. il Comune sia Agenzia concreta per i nostri talenti

Se l’idea che ha l’amministrazione comunale sulla promozione della Cultura in questa città coincide con quanto detto espresse in consiglio comunale dalla Alboresi, non ci resta davvero che piangere: una visione anacronistica, che in Calabria ha spesso significato spreco di denaro pubblico, per promuovere il nulla, come l’orrido e costosissimo spot di Muccino, con note di resistente gattopardismo di provincia.

 

Noi pensiamo al Comune, al contrario, come ad un’Agenzia di raccordo e promozione, che metta in rete i nostri giovani talenti, ne acquisti le opere, le promuova, costituendo un vero e proprio portfolio nel patrimonio culturale, e diventandone sponsor ovunque.

Oggi, per quale motivo, un ragazzo di Corigliano-Rossano può credere nella sua città per il suo futuro culturale? Perché chi la governa pensa ancora a organizzare i premi e cerimonie?

Istituire immediatamente l’Archivio Comunale dei Giovani Talenti di Corigliano-Rossano, per cui acquisire le opere dei nostri ragazzi, catalogarle e promuoverle, a partire da qui con mostre ed esposizioni, e nei circuiti globali, ovunque. Queste esperienze, ormai consolidate sul territorio nazionale, hanno prodotto risultati davvero esaltanti. Basti guardare alla miriade di Archivi Comunali sparsi sul territorio nazionale, dalla Sicilia a Ferrara (in Emilia-Romagna, Alboresi…) ed analizzarne i percorsi.

In Italia, esiste il circuito Giovani Artisti Italiani, a cui aderiscono Comuni e Regioni, che promuove quotidianamente occasioni di lavoro e concorsi per i giovani, (alcuni ancora aperti e consultabili all’indirizzo https://www.giovaniartisti.it/concorsi) mettendo in connessione vita e opere di artisti (oltre 15mila) con concrete opportunità occupazionali. Crediamo vadano promossi modelli del genere

E come non pensare, vista la multiforme bellezza della nostra città, a non promuovere esperienze come le  ”Residenze Artistiche a Corigliano-Rossano”. Sperimentata con successo, non in Norvegia ma nella vicina Lucania ( nell’ambito di Matera Capitale della Cultura), con questa premessa che citiamo, facendola nostra: “La mobilità rappresenta oggi per artisti e operatori del settore una parte essenziale della loro carriera professionale. Grazie al confronto del proprio processo creativo con quello di coetanei appartenenti ad altri luoghi e culture, è possibile infatti ampliare gli orizzonti, estendere la rete di contatti e incidere positivamente sulla produzione delle opere. I programmi di residenza, se integrati nei sistemi culturali e sociali locali, determinano inoltre la circolazione delle idee e dei progetti, agevolando allo stesso tempo il contatto con un pubblico eterogeneo e con il mercato dell'arte

Pochi chilometri, ma anni luce di distanza, purtroppo dalla nostra Città in cui, purtroppo, c’è chi ancora vorrebbe investire i pochi soldi in premi magari per poeti che “ scrivono poesie, fanno a gara nei concorsi dove vincono bugie quei concorsi col salame, con la medaglietta d'oro  e in cui  hanno il vizio di spiegarti che i poeti sono loro”, come dissacrava Pierangelo Bertoli, un grande Modenese…

( da ascoltare assolutamente https://www.youtube.com/watch?v=w854FbDn3Fc)

 

 

0 awesome comments!