• Home
  • Denunce
  • Coronavirus, la grave situazione di noi braccianti agricoli

Coronavirus, la grave situazione di noi braccianti agricoli

Caro sindaco e spero che questo mio grido di allarme arrivi anche alla presidente Santelli,volevo ricordare che noi braccianti in questa pandemia siamo stati dentro casa dal mese di gennaio 2020 senza poterci spostare a lavorare,già spostare perché come sappiate il lavoro lo svolgiamo in Basilicata,e per via del covid19 e con i vari decreti di distanze di sicurezza e prevenzioni non siamo potuti spostarci al lavoro 

con i nostri mezzi e come si sa anche con i classici furgoni ,per tanto e anche vero e ringraziamo il governo di averci dato questi 600 euro cura Italia,però ribadisco da gennaio a oggi abbiamo lavorato poco più di una settimana e sinceramente con 600 euro come si fa a campare?inoltre spero che voi istituzioni sindaco e presidente della Regione provvediate perché sul nuovo decreto del governo che sta per essere approvato addirittura i braccianti sono stati esclusi dal prossimo bonus per tanto fate sentire la vostra voce al governo,non è giusto che noi braccianti veniamo discriminati e dover affrontare questa pandemia con solo 600 euro,che ancora ad oggi ce' anche gente che non li ha nemmeno percepiti.Ringrazio la redazione del blog di dare spazio anche a noi di farci sentire spero che faccia di tutto che questa lettera arrivi in fretta al governo prima che il decreto diventi legge, ancora oggi è solo una bozza quindi si può riparare il danno che sta per essere fatto a noi braccianti.grazie

0 awesome comments!