IL TORRENTE CINO esiste sulla carta

Con le ultime piogge il letto del torrente Cino è asciutto mentre tutti gli altri torrenti sono in piena. Il Comitato più volte ha chiesto pubblicamente se alcuni lavori eseguiti a monte dal Consorzio di Bonifica fossero stati autorizzati dai comuni di Corigliano, Rossano, Provincia e regione Calabria e, purtroppo, nessun riscontro si è avuto . Il Comitato pro difesa del Cino attraverso la stampa chiede nuovamente se il Consorzio di Bonifica sia stato autorizzato ad eseguire alcuni lavori che vietano il flusso delle acque piovane nel letto del Cino.

Nemmeno la Procura della Repubblica di Rossano ha avviato alcuna indagine a seguito della denunzia presentata dai proprietari della zona Ogliastretti-Basento. Gli agrumicoltori della zona si domandano se è nelle loro facoltà conoscere eventuali concessioni rilasciate al Consorzio di Bonifica oppure bisogna aspettare l'evento per poi intervenire quando dai pozzi non sarà più possibile estrarre acqua? Ora come ora il Consorzio incanala tutta l'acqua per alimentare una centrale elettrica senza preoccuparsi per eventuali danni provocati dal mancato flusso delle acque piovane come è sempre avvenuto nei secoli.Per ottenere una sacrosanta risposta e garanzia per eventuali danni provocati, ripetiamo, per la deviazione totale e quindi intubazione delle acque mandate ad alimentare una centrale elettrica.