• Home
  • Eventi
  • Per 177° Fuochi San Marco, un terremoto di partecipazione

Per 177° Fuochi San Marco, un terremoto di partecipazione

INVASO CENTRO STORICO, TUTTO ESAURITO PER BAR E RISTORANTI. ROSSANO CITTÀ D'ARTE CONTINUA AD EMOZIONARE
Un terremoto sì, ma di festa e partecipazione. Rossano Città d'arte ha emozionato ancora una volta. Invasa da migliaia e migliaia di visitatori da ogni dove,

la Città del Codex e della Liquirizia ha rievocato, in una riuscitissima grande festa popolare e identitaria, la 177esima notte dal famoso terremoto del 1836. Tutto esaurito nei parcheggi in zona Inps, Traforo, S.Antonio, lungo la provinciale 177° che porta in montagna e nel tratto più giù sin dall'Anfiteatro verso il centro storico. Un successo senza precedenti e con numeri almeno doppi rispetto all'edizione 2012. Tutto esaurito anche per le attività commerciali, soprattutto bar e ristorazione tipica: l'identità eno-gastronomica  è stata la vera emozionante protagonista nelle piazze e nei vicoli della Città dei Palazzi nobiliari e delle numerosissime chiese di pregio. Un grande risultato frutto del lavoro di squadra, con associazioni e privati, messo in campo dall'Amministrazione Comunale, in particolare dall'assessorato al turismo guidato da Guglielmo CAPUTO. Soddisfatto il Sindaco  Giuseppe ANTONIOTTI che nella serata di ieri ha visitato i fuochi nei diversi quartieri del centro storico insieme all'assessore provinciale al turismo Pietro LECCE e ad una delegazione delle Pro Loco della provincia di Cosenza guidate dal Presidente Unpli Cosenza Domenico BOLISE e dal Presidente Unpli Calabria Nicodemo MARTINO, al termine del consiglio provinciale delle Pro Loco ospitato per l'occasione a Rossano. La due giorni di San Marco continua anche oggi GIOVEDÌ 25 APRILE a Palazzo San Bernardino con i laboratori degli ANTICHI MESTIERI in collaborazione con l’associazione Ruskia; contemporaneamente per le vie della Città si snoderà la tradizionale processione di ringraziamento con le sacre icone della Madonna ACHIROPITA, di San NILO, San FRANCESCO e San MARCO. Le manifestazioni si concluderanno alle ORE 20 in piazza DUOMO con la rievocazione storica del terremoto del 1836 in collaborazione con LOCO-MOTIVA e CITTÀ del SOLE. Inoltre, saranno aperte al pubblico la Torre dell’Orologio (24 e 25 APRILE DALLE 17 alle 24) e fino DOMENICA 28 APRILE le mostre ELABORAZIONI dell’orafo e scultore Enrico FRANCHI a palazzo San BERNARDINO e IL GRAN TREMUOTO DEL 1836 presso il circolo culturale rossanese in piazza STERI.

 

0 awesome comments!