Un’opera unica per il Cardinale Tagle

Consegnata dal Vicesindaco di Rossano in occasione della visita del porporato 
L’Amministrazione comunale di Rossano ha scelto un’opera unica del maestro Orafo Domenico Tordo per omaggiare il Cardinale Luis Antonio Tagle, Arcivescovo Metropolita di Manila e presidente della Caritas Internationalis, in visita nella Città del Codex in occasione dell’apertura della Casa della Speranza. Si tratta della riproduzione della Tavola dei canoni intagliata su lastra d’argento. 

Una sperimentazione nella produzione delle più note Tavole del Codex già realizzate dal giovane artista traentino. A consegnare il prezioso manufatto al Cardinale Tagle, lo scorso mercoledì 7 febbraio, è stato il Vicesindaco di Rossano, Avv. Aldo Zagarese, nel corso della cerimonia dei saluti, tenutasi nella sede della parrocchia di Maria Madre della Chiesa, allo Scalo, alla presenza di S.E. Mons. Giuseppe Satriano, Arcivescovo di Rossano-Cariati, di numerosi rappresentanti istituzionali del territorio e del clero. Abbiamo scelto un’opera di Domenico Tordo – afferma il Vicesindaco Zagarese – consapevoli che non bisogna andare troppo lontani per apprezzare la qualità ed il valore del bello. Il pregevole manufatto con il quale la Città di Rossano ha voluto omaggiato il Cardinale Tagle, per ringraziarlo della sua preziosa visita alla comunità locale, è infatti l’emblema delle enormi potenzialità che potrebbe riuscire ad esprimere il nostro territorio, in termini di eccellenza produttiva, se sostenute e valorizzate. La riproduzione della Tavola dei Canoni consegnata all’Arcivescovo Metropolita di Manila non è altro che la sintesi del patrimonio storico-culturale custodito nella nostra terra associato alla dinamicità di un artigiano locale che ha tramutato in arte l’amore verso al sua Calabria. La Tavola dei Canoni scontornata – spiega il maestro Domenico Tordo – è una sperimentazione che evolve il concetto delle Tavole così come realizzate finora. Le immagini, che traggono ispirazione dalle miniature prezioso Codice Purpureus Rossanensis, vengono “estratte” dal loro fondo purpureo e ritagliate. In questo modo assumono una forma quasi tridimensionale esaltando lo sbalzo a mano che restituisce le classiche curvature al soggetto. La prova empirica finora è stata effettuato solo sulla Tavola dei Canoni consegnata al Cardinale Tagle e sono già a lavoro – conclude - per riproporre la stessa tecnica sulle restanti quattordici miniature.   

 

 

0 awesome comments!

Il Blog di Rossano