Dio-Patria-Famiglia

 DIO-PATRIA-FAMIGLIA,per noi cristiani,sono sempre valori sacri? Per valore sacro si intende un ideale così importante nella collettività da essere superiore al bene stesso di ogni uomo e per difendere questo valore si può anche arrivare a sacrificare la propria vita o a togliierla a quanti vi si oppongono. 

Dio-patria-famiglia sono accumunati fra loro dal potere: il potere di Dio esercitato attraverso l'istituzione religiosa sulla coscienza dei credenti, il potere della Patria esercitato dalle leggi sulla vita dei sudditi e il potere indiscusso del Capo-Famiglia esercitato moralmente e giuridicamente sul clan domestico.Poi è venuto Gesù Cristo che,da subito,ha smantellato questi valori rivelandoli ostili al disegno del Creatore sull'umanità. Per Cristo l'unico valore sacro è il Bene dell'Uomo : che l'uomo possa cioè raggiungere la pienezza della condizione umana,per diventare lui stesso,in quanto pienamente libero, il vero signore dell'universo. Per la difesa di questo valore Gesù fu condannato a morte e giustiziato come bestemmiatore da parte degli stessi rappresentanti religiosi,come sovversivo da parte del potere civile costituito e abbandonato dalla famiglia che lo riteneva un demente.A questi falsi valori che impediscono la crescita e la maturazione dell'uomo,Gesù opporrà i veri valori,quelli che comunicano agli uomini energia divina,cioè fattore di crescita per la pienezza umana.Ad DIO,nome comune di ogni religione, Gesù preferirà parlare di Padre (=Genitore),nome specifico del Messaggio cristiano. Il Padre non chiede obbedienza ma assomiglianza. Se in nome del Dio (degli eserciti!) si può togliere la vita,nel nome del Padre si può solo donare la vita! Alla Patria (al prima Noi!),nazione limitata da confini e barriere,edificati su paure ed egoismi,Gesù contapporrà il suo Regno,spazio d'amore dove tutti sono accolti,amati e rispettati nella loro diversità. Gesù non è venuto ad innalzare muri contro altri popoli ma ad abbatterli (Ef.2,14) perchè l'amore del Signore è universale. La Patria sacralizza se stessa (il sacro suolo!),ponendo come valore sacro solo i suoi interessi , nel Regno invece l'unica cosa sacra è la crescita umana, unico valore indistruttibile.Gesù poi ha anche ampliato l'angustio orizzonte della Famiglia,vincolata dagli obblighi di sangue e l'estende ad ogni uomo,senza distinzione di popolo,di razza o di sesso. L'unità familiare viene realizzata dall'accoglienza dello stesso Spirito e non dall'avere lo stesso sangue. << Chi fa la Volontà del Padre,costui per Me è fratello,sorella e madre (Mc.3.35)>> La sequela di Gesù richiede allora piena libertà dell'individiuo da rendersi indipendente da tutto quello che gli impedisce autonomia di movimento,compresi quei rapporti familiari,chiamati vincoli o legami:<< Chi vuol bene al padre e alla madre più di Me non è degno di Me e chi vuol bene al figlio o alla figlia più di Me, non è degno di Me (Mt.10,37)>>. Attenzione! Gesù non viene a distruggere la famiglia,ma viene a liberarla dai ricatti affettivi,se questi impediscono ai suoi componenti di raggiungere quella pienezza di vita,per cui ogni in dividuo è chiamato all'esistenza."DIO_PATRIA_FAMIGLIA. . . NO!. . . PADRE-REGNO-FRATERNITA' UMANA. . . SI'...

Coriglianorossano 09.08.2018                                 Franco Palmisano.

 

0 awesome comments!

Il Blog di Rossano