Giovanni Sapia, stella nostro firmamento

Mascaro: la città gli sia riconoscente partecipando domani alla camera ardente
CORIGLIANO ROSSANO, Venerdì 1° Giugno 2018 – ROSSANO e tutto il territorio restituiscano al nostro amato Preside Giovanni SAPIA, l’affetto, la vicinanza e la riconoscenza che merita uno straordinario intellettuale e uomo di cultura, quanto egli ha voluto e saputo donare alla sua Città, a questa terra ed alla Calabria intera in circa un secolo di vita e di impegno appassionato ed unanimemente riconosciuto per la formazione e la cultura.

 
È quanto dichiara Stefano MASCARO, ultimo Sindaco della originaria Città di ROSSANO, partecipando commosso al cordoglio che in questo momento, unendosi ai famigliari ed agli amici, tutti i concittadini di CORIGLIANO ROSSANO stanno attestando in onore e memoria di una di quelle figure storiche di elevatissimo livello, che hanno segnato ed arricchito la storia e l’evoluzione della società per diverse generazioni ed invitando quindi tutta la popolazione a portare domani, SABATO 2 GIUGNO, l’ultimo doveroso saluto al Maestro Giovanni SAPIA, già Sindaco di Rossano, alla camera ardente che sarà aperta al pubblico nella Sala Consiliare a partire dalle ore 8.45.
 
Con la scomparsa del Preside SAPIA raffinatissimo filologo e coltissimo intellettuale al quale – va avanti – mi hanno legato tanti momenti di formazione e di vita pubblica e privata, finisce definitivamente un’epoca. Che forse non ritornerà più. Con la sua morte, infatti, si chiude un mondo, che egli ha interpretato e testimoniato con coerenza, rigore e spirito fino alla fine; un mondo che molti di noi hanno avuto l’onore di conoscere e di vivere e che altre generazioni ci auguriamo studieranno e sapranno ricordare ed apprezzare più di quanto forse non siamo riusciti a fare noi.
 
Giovanni SAPIA – conclude MASCARO – ha rappresentato e rappresenterà una stella del nostro firmamento, un riferimento per il presente e per il futuro, di ognuno di noi e per la crescita culturale della nostra società.
 

0 awesome comments!

Il Blog di Rossano