• Home
  • Notizie
  • Denunce
  • Anche i rifiuti possono emigrare senza problemi: da Mirto-Crosia a Rossano, un fenomeno sempre più grave

Anche i rifiuti possono emigrare senza problemi: da Mirto-Crosia a Rossano, un fenomeno sempre più grave


Diamo atto all’Amministrazione Comunale di Crosia del buon lavoro sul fronte ambientale e sull’organizzazione della raccolta differenziata porta a porta, per come si legge sul sito ufficiale dell’Ente: “…sul fronte ambientale, grazie anche alla copertura totale del servizio di raccolta differenziata porta a porta, su tutto il territorio comunale, stiamo registrando grandi risultati, visibili agli occhi di tutti. 

La nostra comunità, ad oggi è un modello virtuoso di gestione dei rifiuti e si presenta pulita e ospitale come non mai. Ovviamente, siamo soltanto all’inizio del mandato elettorale e della realizzazione di un progetto lungo e ambizioso che, ne siamo certi, grazie ad una vera e propria inversione di marcia e di tendenza rispetto al passato, stravolgerà completamente i connotati della nostra cittadina. Massima attenzione anche al Centro storico e alle contrade, dove è stata avviata una persistente attività di risanamento…”. Benissimo. 

Ma per il territorio di Rossano, specie nelle contrade di Pantano Martucci e Fossa, sembra che alla fortuna di Crosia sia succeduta la sfortuna di accogliere montagne di rifiuti di ogni genere: RSU, speciali, pericolosi, carcasse di animali, elettrodomestici, sfalci, computer, cartoni ecc…Ma la cosa più incredibile e grave è che, da sopralluoghi e verifiche effettuate, le discariche nelle contrade ad est di Rossano sono tutte piene di rifiuti provenienti da cittadini residenti a Mirto-Crosia. E’ vero, il “…progetto virtuoso di Crosia ha stravolto i connotati della cittadina “…ma ha stravolto anche i connotati delle contrade Pantano e Fossa, dove ormai è vera e pericolosa emergenza, per non parlare del fiume Trionto già sottoposto a sequestro giudiziario con ordine di bonifica a carico del Comune di Corigliano Rossano.
Con la presente, quindi, si invitano le istituzioni interessate (Comune di Crosia, Polizia Municipale, Carabinieri, Polizia Provinciale, Guardia Costiera e Guardia di Finanza) ad attivare tutte le procedure di vigilanza e repressione affinchè si ponga fine a questo incivile travaso di porcherie e massacro ambientale. Si dia piena attuazione e rispetto alla normativa vigente in tema ambientale ed il rispetto del buon vicinato tra Comuni.
(foto fiume Trionto, Pantano Martucci, Fossa).
Pietro Altavilla
Responsabile Territoriale USB – Corigliano-Rossano 

 

0 awesome comments!

Il Blog di Rossano