Le dannose autodifese di Stasi

Questo atteggiamento vittimistico del sindaco e di alcuni suoi sostenitori a prescindere (sempre di meno per la verità) per le critiche che riceve è veramente triste. Perché anziché trarre beneficio e imparare da errori marchiani ed evidenti (come appunto la cena nel Garopoli che è solo un esempio) e correggerli, si scompone in improbabili autodifese.

In questo modo:
1. allarga sempre più il solco con i sentimenti più belli che avevano favorito la sua elezione
2. impedisce quella partecipazione diffusa imprescindibile nella titanica azione di costruzione e governo della nuova città
3. contribuisce ad avvelenare il dibattito politico e sposta attenzioni e interesse dai nostri enormi e tanti problemi
4. anziché chiarire, come dovrebbe e dare conto di ogni scelta che compie e con questo alimentare voglia di trasparenza e pulizia, mostra fastidio e avvelena il clima politico che una forte e intelligente maggioranza politica dovrebbe invece riportare al confronto civile ed alla serietà.
Perché ogni volta, come forma di difesa sciocca, si punta l’indice verso chi critica e per questo in passato avrebbe tenuto atteggiamenti benevoli se non conniventi verso chi ha distrutto o governato male? Ma scherziamo? Addirittura oggi (era ora!) viene fuori lo scioglimento per mafia del comune di Corigliano, la gestione illegale degli appalti e la pesante corruzione emersa da indagini ed inchieste giudiziarie, ma solo per lanciarsi in qualunquistiche e indistinte accuse verso la politica del “passato”. Senza neanche ricordare, per onestà e correttezza, che ben prima di questa novella ed indomita classe dirigente, il Partito Democratico in primis ma tante personalità e soggetti, a vario titolo, hanno combattuto e combattono a viso aperto cattiva politica, malaffare e ndrangheta. Esattamente come qualcuno di noi, nelle ultime elezioni regionali, aveva denunciato al riaffacciarsi alla politica dell’ex sindaco Straface che ci aveva portato a quello scioglimento nel 2010, guarda caso invece senza nessuna presa di posizione, anche non scandalizzata come ora, dell’attuale maggioranza che amministra e del Sindaco Stasi.
E allora caro Sindaco, ancora una volta torna alle origini, allo spirito e agli impegni di quella campagna elettorale. Calma anziché fomentare i tifosi. Farai senz’altro un buon servizio alla politica e alla città.
Pino Le Fosse


 

0 awesome comments!