• Home
  • Sport
  • L’Odissea 2000 Rossano sfiora l’impresa ad Augusta

Mandatario: Dott.Giuseppe Marini

 

L’Odissea 2000 Rossano sfiora l’impresa ad Augusta

Un’Odissea 2000 Rossano in piena emergenza va vicina all’impresa sul campo dell’Augusta. Il 4 a 3 finale, infatti, punisce oltremisura una squadra che oggi era composta solo da 10 elementi: tre veterani e sette giovani dell’Under 21, quattro dei quali all’esordio assoluto in serie A2. I calcettisti bizantini hanno giocato una gara quasi perfetta, difendendosi con ordine e ripartendo con azioni veloci.

Tanto che a metà del secondo tempo erano in vantaggio per tre reti a una. Poi, l’espulsione di Arcidiacone per due ammonizioni molto discutibili (ma ormai in casa gialloblù si è abituati a certe decisioni arbitrali) ha compromesso la partita, in quanto, oltre a subire il gol che ha rimesso in gioco l’Augusta, ha privato la squadra dalla possibilità di avere un cambio in più, in una panchina già largamente rimaneggiata. Onore quindi a questi ragazzi che hanno messo in campo, oltre alle loro qualità tecniche, cuore, grinta, orgoglio e voglia di giocarsela alla pari nonostante le tante difficoltà. Non dimentichiamoci, infatti, in che condizioni l’Odissea 2000 Rossano ha affrontato questa trasferta. Basta dare un’occhiata alla lunga lista degli assenti (ben 8): Nelsinho, Richichi, Eric, Miglioranza, Sicilia (squalificati), Sapinho (problemi muscolari), il nuovo acquisto Manzalli (febbre) e Calabretta Alessandro (impegni di studio). Questo non fa che accrescere i meriti di chi è sceso in campo. 

Nel primo tempo la partita è equilibrata con azioni da una parte e dall’altra. I primi a passare in vantaggio sono i siciliani che sbloccano il risultato con il bomber Ze Renato. L’Odissea 2000 Rossano ha il merito di non perdersi d’animo riuscendo a ribaltare il risultato con due pregevoli azioni concretizzate da Labonia, tiro da fuori area, e da Librandi, giovane promessa dell’Under 21, che insacca con un ta-pin sul secondo palo.

Nella ripresa l’Augusta cerca di chiudere gli ospiti nella propria metà campo, ma, un’arcigna difesa e le parate di Soso tengono il risultato fermo sul 2 a 1. A segnare è invece la squadra calabrese che colpisce con un’azione in contropiede condotta da  Labonia e finalizzata da un altro Under 21, Calarota. I calcettisti di casa perdono la testa, ne fa le spese Rafinha che viene espulso per doppia ammonizione. I gialloblù, però, non sfruttano a dovere la superiorità numerica. La partita scivola via con i bizantini bravi a tenere il campo con autorità e sfiorando anche il 4 a 1 con Librandi, Calarota (due volte) e Arcidiacone. Nel futsal basta un episodio per far cambiare le cose e questo capita al minuto 9, quando Arcidiacone si becca il secondo giallo (come detto molto discutibile) e viene espulso. I padroni di casa non si lasciano sfuggire la ghiotta occasione e accorciano le distanze con Ze Renato. Ritornati in partita i siciliani premono con insistenza mettendo alle corde un avversario ormai a corto di forze e, prima pareggiano con Schelesky, poi, effettuano il sorpasso con il terzo gol personale di Ze Renato. Il forcing finale portato avanti con Soso come portiere in movimento non viene premiato dalla fortuna: lo stesso pipelet gialloblù sfiora il gol con un bolide dalla distanza, mentre, a pochi secondi dal suono della sirena, Russo si vede respingere dal portiere, in modo fortunoso, una conclusione a botta sicura.

A fine gara il presidente Luigi Marino e i vice presidenti Diego Lapietra e Cataldo Speranza, hanno voluto pubblicamente fare i complimenti ai suoi giocatori. 
“Vogliamo esprimere la nostra grande soddisfazione per la prestazione offerta dai ragazzi sotto tutti i punti di vista: tattico, tecnico e comportamentale – ha detto Cataldo Speranza facendosi portavoce del pensiero dirigenziale -. Facciamo i complimenti alla squadra che ha onorato la maglia, dimostrando di voler lottare partita dopo partita per ben figurare in questo difficile campionato”.
                                                                     

AUGUSTA - ODISSEA 2000 ROSSANO  4 – 3  (1 – 2 p.t.)

AUGUSTA: Fichera, Teixeira, Scheleski, Ortisi, Ze Renato, Riccobene, Rafinha, Di Benedetto, Carbonaro, Fortuna, Bruno, Ranno. All. Blandino.

ODISSEA 2000 ROSSANO: Soso, Russo, Arcidiacone, Labonia, Calarota, Visciglia, Morello, Librandi, Micciullo, Calabretta Antonio. All. Labonia.

ARBITRI: Allotta (Torino) e Vantini (Verona). CRONO: Savì (Palermo).

MARCATORI: 8’31’’ p.t. Ze Renato, 18’23’’ p.t. Labonia, 19’19’’ p.t. Librandi, 03’43’’ s.t. Calarota, 9’58’’ s.t. Ze Renato, 15’24’’ Scheleski, 17’09’’ Ze Renato. 

AMMONITI: Arcidiacone, Ze Renato, Rafinha.

ESPULSI: 4’08’’ s.t. Rafinha, 9’26’’ s.t. Arcidiacone.

                                                                                                      Pierluigi Noce                     
                                                                                                     Addetto Stampa

0 awesome comments!

Il Blog di Rossano