Cari concittadini e cittadini del mondo, sentiamo il bisogno impellente di rivolgerci a tutti voi, compagni e non, dopo i recenti avvenimenti che si sono susseguiti nella nostra martoriata terra, convinti di esprimere anche un desiderio del nostro compianto Compagno Franco Veneziano che avrebbe sicuramente risposto all’appello lanciato dalla lettera aperta dei Verdi ai cittadini rossanesi su Bucita. Fino ad adesso siamo stati fin troppo silenti riguardo a tutti i soprusi che il nostro territorio e quindi noi abbiamo subito.

Adesso è arrivato il momento di dire basta. Basta a furti di diritti costituzionalmente garantiti: dal lavoro alla salute, dalla mobilità al futuro. Pretendiamo per tutti noi e per le generazioni a venire, il ripristino della legalità, della salubrità e della massima fruibilità di questo nostro territorio tanto bistrattato. Ed è soprattutto a queste “nostre” pseudo classi dirigenti, tanto di destra quanto della cosiddetta nuova sinistra, che poi sinistra non è, che cerchiamo di rivolgerci, oltre che a tutta la gente che abita e cerca ancora di sopravvivere in questo territorio, cercando di far arrivare, dove non può arrivare, il grido soffocato da anni ed anni di neo- decadentismo di politici ed affaristi della peggior specie, il faticoso urlo di quelli che tutt’ora si spendono, seppur nell’indifferenza pressoché totale, per la propria ed altrui esistenza: giovani e meno giovani, disoccupati ed inoccupati, lavoratori precari e non. Perché si, noi comunisti esistiamo ancora, ed esistiamo in questa società così dispari e così incivile. Perché è incivile una società che non sostiene i deboli, che alimenta la guerra fra i poveri, che si gira dall’altra parte su problematiche enormi come appunto ad esempio la salute, la mobilità e le migrazioni tranne che poi buttarcisi a capofitto quando se ne può trarre un proprio tornaconto economico in barba a tutta la povera gente. Ed è per questo che come Partito della Rifondazione Comunista, circolo di Rossano, sezione Stefano Milei – Franco Veneziano, esprimiamo la nostra piena solidarietà a Giuseppe Campana, Flavio Stasi ed alla “pericolosissima” Donna Bebè Cherubini, oltre che a tutto il comitato di Bucita ed a tutti quelli che lottano per la legalità e per il miglioramento del nostro vivere. Consapevoli del fatto che le battaglie sono per il nostro ed altrui futuro, cogliamo l’occasione anche per rilanciare l’appello alla lotta ed alla resistenza contro quegli atti palesemente contrari ai diritti costituzionalmente garantiti di cui sopra, senza inutili e sinergici virtuosismi politichesi, ma con l’assoluta certezza che tutti noi meritiamo un territorio ed un mondo migliore dove vivere e non sopravvivere.
Partito della Rifondazione Comunista di Rossano, Circolo Stefano Milei – Franco Veneziano.