Sibaritide, il Governo porta più sicurezza tra la gente

Nascono nuovi presidi delle Forze dell’Ordine, Scutella: «Azioni necessarie ma che non erano scontate»

Sicurezza, il Governo continua a mantenere gli impegni presi avviando una capillare fase di riorganizzazione delle forze dell’ordine sul territorio. Al centro delle importanti azioni poste in essere dal Ministero degli Interni c’è il Meridione, la Calabria e soprattutto la Sibaritide per la quale, a più riprese, abbiamo evidenziato la necessità di maggiori presidi dello Stato e di più controlli, anche alla luce della recrudescenza di fenomeni criminali e della nascita della nuova terza Città della Calabria. Ed è così che, insieme al graduale potenziamento del Commissariato di Polizia, nelle prossime settimane a Corigliano-Rossano sarà istituito il nuovo Reparto territoriale dei Carabinieri mentre la tenenza di Cassano Jonio sarà elevata a Comando Compagnia dei Carabinieri. Sullo Jonio cosentino, dunque, ci sarà più Stato e i cittadini saranno più sicuri.

È quanto annuncia con soddisfazione la portavoce del Movimento 5 stelle alla Camera dei Deputati, Elisa Scutellà, che ha commentato le ultime importanti azioni varate dal Governo Conte in tema di sicurezza.

«Ci sarà più sicurezza tra la gente – dice Scutellà – è questo grazie all’attenzione che il governo centrale sta riservando alle esigenze dei territori e delle periferie. Ci sono tante questioni ancora aperte da dover affrontare e risolvere ma oggi continuiamo a portare a casa risultati importanti che riscrivono le pagine di storia della Calabria e dell’area ionica cosentina. La nascita di un nuovo reparto territoriale dei Carabinieri a Corigliano-Rossano – precisa la parlamentare – stante la costante emorragia di servizi e diritti che si è verificata fino agli anni scorsi, non era del tutto scontata a seguito della fusione delle due ormai estinte città. Ho incalzato in modo costante il sottosegretario Carlo Sibilia affinché prendesse in considerazione la necessità di maggiori e più importanti presidi delle forze dell’ordine nella Sibaritide. Soprattutto a seguito dei fatti di sangue e delle azioni criminali che si sono verificate nell’ultimo anno e mezzo nel nostro territorio. Il sottosegretario – aggiunge – anche su mio personale invito, nei mesi scorsi è stato in Città e ha avuto modo di confrontarsi con le istituzioni e la gente, con i disagi e i problemi. E oggi sappiamo che quegli incontri sono stati utili e quella visita non è stata affatto una passerella, perché sono arrivati i risultati. Risultati importanti come quello dell’elevazione a Compagnia della tenenza dei Carabinieri e della nascita, appunto, del nuovo Reparto Territoriale dei Carabinieri di Corigliano-Rossano che avrà più uomini, più funzioni, più sicurezza, in risposta alle esigenze di maggiori servizi legate alla fusione dei due comuni. Certo – conclude Elisa Scutellà – non siamo appagati perché siamo tutti a conoscenza e consapevoli del deficit di diritti che ancora vive questo vasto territorio. E siamo impegnati affinché Corigliano-Rossano e tutta la Sibaritide possano, presto, ritornare ad appropriarsi di tutti quei servizi che in passato gli sono stati scippati da una malapolitica che ha inaridito una delle aree più ricche, belle e produttive della Calabria».