Cosenza – Nel corso della mattinata, i Carabinieri della Compagnia di Cosenza hanno tratto in arresto un cinquantenne cosentino, per violenza sessuale continuata aggravata nei confronti della propria figlia adottiva, minore. I fatti risalgono al 2003, quando una giovane coppia cosentina si reca in Bielorussia per una adozione.

Dopo una serie di contatti con le Autorità Locali, i coniugi ottengono l’affidamento di due bambine, rispettivamente di 9 e 10 anni, rinchiuse sin dalla tenera età in un orfanotrofio.
Quel viaggio, agli occhi delle piccole prospettato come una rinascita, come l’inizio di una nuova vita, un po’ come accade nelle fiabe a lieto fine della Walt Disney, diventa ben presto il più terribile dei film dell’orrore.
LEGGI TUTTO