Rossano, “Ormai siamo in discesa libera, si è perso il controllo di ogni cosa e purtroppo si commettono gli errori più disparati”. Com’è possibile che un Comando di Polizia Municipale che non riesce a riscuotere seicentomila euro di proventi da contravvenzioni per infrazioni al codice della strada riesca a farsi autorizzare dall’Amministrazione Comunale un progetto dell’importo di circa ottomila euro per essere stimolati ed incentivati a procedere a notifica degli atti finalizzati poi al recupero delle somme.

Progetto che, basta leggere la determina, per rendersi conto delle incongruenze presenti nella stessa, ma di questo avremo modo di parlare pubblicamente per dare la possibilità ad altri di poter rispondere ed eventualmente smentire e/o chiarire tali assurdità. Oggi assistiamo ad un’altra bufala: ci si sgola urlando che il Comune non ha soldi, che è pieno di debiti, però guarda caso poi si trovano soldi per fare cose inutili, quali ad esempio la determina n. 90 del 21/01/2014 pubblicata il 04/02/2014 e fino al 19/02/2014 che impegna una spesa di ventimila euro per l’acquisto di una Garitta da installare in Piazza Bernardino Le Fosse.

Per fare cosa? 

Sarebbe forse stato più opportuno dotare il Comando di Polizia Municipale di mezzi funzionanti, di attrezzature idonee a consentire lo svolgimento del proprio lavoro, delle divise che forse non sono state consegnate o di altro materiale certamente più utile di una Garitta.
Evitiamo di parlare delle spese per l’ufficio stampa, per il quale si parla di risparmi ma che comunque rappresenta un costo. 

La Corte dei Conti ha detto la propria in più occasioni intimando al comune di ridurre la spesa. Sarebbe opportuno che l’amministrazione facesse una riflessione ed intervenisse immediatamente per revocare la determina in questione. A meno che il Sindaco non tema nemmeno i Giudici Contabili.

Ernesto Rapani