L’incontro, tenutosi presso la sala dell’ex delegazione municipale di Rossano, ha registrato la partecipazione di un nutrito numero di sostenitori – Soddisfatti ed entusiasti i candidati Antonio Iannone e Luca Belmonte presentati dal consigliere provinciale Ernesto Rapani e dal portavoce regionale FdI-An Gianfranco Turino

Nella sala, gremita si è notata la  presenza dei  consiglieri comunali Patrizia Uva e Giuseppina Primerano.
Dopo un breve saluto di Romano Loielo, sindaco del Comune di Nardodipace, è intervenuto, Luca Belmonte che, ricalcando con veemenza i temi affrontati qualche giorno addietro dal presidente FdI-An Giorgia Meloni in visita a Rende(immigrazione, fiscal compact, euro, welfare ecc.), ha espresso gratitudine e soddisfazione nei confronti dei presenti, ricordando loro l’ importanza delle prossime tornate elettorali.
La sala, però, cambia volto e si riempie di applausi scroscianti quando a prendere la parola è Ernesto  Rapani. Molti i temi affrontati dal capogruppo FdI-An di Rossano. Tra questi l’ immigrazione clandestina, i bandi di finanziamento della regione Calabria, la tutela del Made in Italy e dei prodotti locali, il turismo, le trivellazioni del bacino jonico, l’ imprenditoria giovanile, la disciplina degli stabilimenti balneari.
Tutti temi – ricorda Rapani – trattati da FdI-An che utilizza, in quel di Rossano, la “Politica tra la gente”, attraverso il laboratorio politico culturale dell’ “officina” creata appositamente dove vengono discussi, con grande partecipazione, e si toccano con mano, i problemi reali dei cittadini.
SI SOFFERMA,POI, IN MODO PIU’ DETTAGLIATO SULLA POLITICA REGIONALE. “ Dopo gli accadimenti degli ultimi tempi e la condanna al Governatore della Regione Calabria – afferma il consigliere – resto sorpreso dagli atteggiamenti dei componenti di tutto il Consiglio Regionale, maggioranza e opposizione, che hanno intenzione di  restare attaccati alla poltrona fino a Marzo. Ed a pagarne le conseguenze saranno i cittadini.
La fascia jonica – prosegue – è stata completamente dimenticata e mortificata da questa classe politica. Ricordo che il primo provvedimento del Governatore sarebbe dovuto servire a ridurre i costi della sanità. Sono stati chiusi i nosocomi di Cariati e Trebisacce e si è “ben pensato” di NON potenziare quelli di Rossano e Corigliano.
Abbiamo un aeroporto a Crotone ed una linea ferrata elettrificata fino a Sibari. Una tratta jonica in pratica “inesistente”. Avevamo proposto, a tal riguardo, un’elettrificazione della tratta che avrebbe consentito la possibilità di realizzare il sogno della metropolitana leggera finalizzata a favorire anche il turismo. Che fine hanno fatto gli 80 milioni di euro previsti dall’accordo con trenitalia per l’elettrificazione della tratta jonica?
Affrontando, infine, una questione caldissima come quella del “Tribunale”, il consigliere ha espresso tutto il suo stupore per il fatto che a Rossano c’è una classe politica che ha ricevuto e presentato alla città proprio coloro i quali, essi stessi, hanno additato come i responsabili della soppressione del tribunale di Rossano, accorpato successivamente a quello di Castrovillari. A supporto di questa tesi Rapani ricorda poi la lettera da egli stesso inviata, nell’ agosto 2012, alla classe politica Regionale e Nazionale dell’ allora PdL, nella quale, egli stesso comunica l’ autosospensione da quello stesso partito.
Saluta, infine, rivolgendosi a Iannone, i candidati FdI-An e la platea affermando: “Questa comunità mi vorrebbe come Sindaco (ed è qui che i presenti riservano allo stesso, alzandosi, un lungo e sentito applauso che emoziona visibilmente i presenti). Se avete – prosegue – questa sorta di riconoscimento nei miei confronti lo dimostrerete fin da subito ai nostri candidati Iannone e Belmonte.
La serata si conclude con gli interventi di Gianfranco Turino che si dice “indignato e deluso dalla classe politica Regionale in quanto lassista, assente ed incollata alle poltrone “ e di Iannone che, dopo aver ringraziato i presenti per l’ accoglienza riservatagli e dopo essersi congratulato con Rapani, Belmonte e Turino per l’ impegno profuso, conclude dicendo che se eletto, non dimenticherò la città di Rossano, dove aprirò una segreteria e dove verrò a sostenere, alle prossime competizioni elettorali  il vostro candidato Ernesto Rapani (E qui la standing ovation finale dei presenti che dopo i saluti lasciano la sala) “.