Ma continua mistero su destinatario sue repliche, a chi si rivolge nei suoi monologhi Caputo?
Falso luminare del marketing, senza identità, in preda a confusione, ossessionato dal cibo, incline al facile bicchiere di vino e solito alla compravendita della propria dignità. – Sono, questi citati, soltanto alcuni dei principali indizi e passaggi emersi nei circa 4 minuti (su 12 totali!) ancora una volta impegnati, dal vice sindaco di Rossano, l’assessore al turismo Guglielmo CAPUTO, per rispondere a qualcosa ed a qualcuno (?) di cui si continuano stranamente ad ignorare motivazioni e contorni.

Giornalisticamente parlando, il mistero continua ed anzi s’infittisce: ma con chi ce l’ha il numero due dell’Esecutivo ANTONIOTTI? Come mai, ad ogni conferenza stampa pubblica (è la 2° volta che accade, dopo S.Marco!), egli dedica un terzo del proprio monologo a parlare di repliche e di argomenti senza precisare bene a chi ed a cosa voglia riferirsi e soprattutto come e perché? – Per intanto, un’altra positiva consapevolezza pare emerga con evidenza: anche il vicesindaco CAPUTO fa proprio, ed a ragione, il concetto ed il messaggio di marketing territoriale sintetizzato nel brand “ROSSANO CITTÀ D’ARTE” documentatamente introdotto nella comunicazione istituzionale cittadina dalla MONTESANTO Sas a partire dall’estate 2011.

TRASCRIZIONE INTEGRALE DICHIARAZIONE CAPUTO, DAL MINUTO 4.30 A MINUTO 8.03 – CONFERENZA STAMPA “GIORNATA DELL’ARTE” E “NOTTE DI PRIMAVERA” 2014 (ROSSANO VENERDÌ 30 MAGGIO)

“(..) Il nostro centro storico ha già una sua identità forte che è quella di Rossano Città d’Arte. Dico questo, sottolineo questo, perché c’è qualche falso luminare del marketing che si affanna, si ostina a ricercare l’identità di questa città non sapendo che questa città già ce l’ha. Piuttosto dovrebbe preoccuparsi di trovare la sua identità. Perché ci sono persone che pensano di essere guru della comunicazione ma poi si riscoprono moderni televenditori, dei nostrani Mastrota, con tutto il rispetto per Giorgio Mastrota che ha allungato la sua carriera vendendo materassi in tv. ..E soprattutto la confusione che loro hanno. Dovrebbero fare chiarezza nella loro mente. E non preoccuparsi troppo dell’indirizzo della città, del marketing della città ..perché dovrebbero più preoccuparsi delle cose loro. La cosa più divertente è questa ossessione per il cibo, prima era l’olio, poi la fissazione del vino adesso siamo alla fase del pane. Un suggerimento spassionato: che almeno quando si risponde a qualcuno, si prende una penna in mano, si dovrebbe avere l’obbligo, il dovere morale di poggiare quel bicchiere di vino tanto amato se no si rischia di ubriacare chi legge. ..Anche perché poi queste lezioni di marketing che arrivano, possiamo dire che le abbiamo anche sperimentate e non sono piaciute perché avevano il sapore delle minestre riscaldate. Come non mi è mai piaciuta la teoria del mimo su cui si basano queste persone. Il mimo è quel personaggio che è presente in ogni piazza d’Italia. Il mimo si prepara al suo spettacolo, si trucca, si addobba con vestiti appariscenti e sale sul cubo e resta lì immobile con la presenza di catturare l’attenzione dei passanti. E lui praticamente comincia a muoversi soltanto quando qualcuno gli porge una piccola monetina. Dopo che uno gli ha dato questa monetina si muove per qualche minuto e poi si ferma e quindi incentra tutto lo spettacolo su questa monetina. Lui, questa monetina la accetta da ogni mano che gli viene data con una semplice differenza: che nel caso del mimo l’artista fa il suo lavoro con dignità ed etica, nel secondo caso, dei personaggi di cui stiamo parlando, la loro dignità è facilmente acquistabile. Non voglio divagare oltre, dopo questo volo pindarico voglio ritornare alla Notte di Primavera. Ma era una semplice risposta a chi vuole strumentalizzare la città, la mia città, per attaccare il sottoscritto. Gli attacchi devono essere personali, non deve essere strumentalizzata la città di Rossano (..)” – (Fonte: MONTESANTO SAS – Comunicazione & Lobbying).   

LINK VIDEO su YOUTUBE

CLICCA/DIGITA

 

https://www.youtube.com/watch?v=uOTt7rzibjo&list=UUcerUdTGfy5ZH-zUwpX-7zg