Sì al referendum costituzionale per snellire l’elefantiaca burocrazia italiana ed europeizzare il Paese. Queste le premesse ed il tema di un incontro pubblico organizzato dal circolo LabDem di Corigliano Rossano, alla presenza dell’eurodeputato Gianni Pittella che, nell’occasione ha presentato il suo ultimo libro “Scusate il ritardo. Proposte per il Mezzogiorno d’Europa”, scritto a quattro mani con Amedeo Lepore.

All’evento dal titolo “Riformismo per il buon governo del territorio”, condotto dalla coordinatrice del circolo LabDem Corigliano-Rossano, Anna Minnicelli, e tenutosi all’Aqua liquid music, sul lungomare di Rossano, hanno partecipato anche Giampasquale Trento del Comitato per il Sì di Cariati, il coordinatore regionale di LabDem Cesare Loizzo, il prof. ordinario dell’Unical Enrico Caterini, l’assessore regionale alle politiche territoriali, Franco Rossi ed appunto Gianni Pittella, presidente del gruppo Socials & Democratics (Pes) al Parlamento europeo.
In apertura Anna Minnicelli ha ringraziato la qualificata platea per la numerosa presenza, i consiglieri comunali di Rossano presenti e l’on. Pittella per l’attenzione rivolta a questo territorio. Ha rimarcato poi, l’impegno del circolo locale LabDem a supporto del processo di fusione dei comuni di Corigliano Rossano.
Trento ha evidenziato l’importanza del “cambiamento” che il referendum costituzionale potrebbe avviare ed a seguire, dopo i saluti ed un accenno al merito nella sua qualità di membro del comitato nazionale per il Sì del consigliere comunale di Rossano Titti Scorza, il prof. Enrico Caterini nella sua relazione ha evidenziato i benefici della riforma parlamentare della Costituzione. Il docente ha sottolineato la necessità di attuare quelle progettualità che possono aiutare la crescita del Mezzogiorno e che si possono anche ritrovare nel libro di Gianni Pittella. «Non si riforma il cuore – ha detto Caterini – ma la macchina, il Paese va velocizzato snellendo la pubblica amministrazione anche abolendo il bicamerialismo».
L’assessore Franco Rossi, poi, ha riportato esempi di buon governo annunciando l’approvazione della nuova legge urbanistica, argomento che sarà tema di incontri e conferenze su tutto il territorio calabrese.
Il coordinatore regionale di LabDem Loizzo, ha sottolineato l’importanza dell’informazione riguardo al referendum costituzionale ed al lavoro messo in campo da LabDem per la divulgazione informativa, attraverso la costituzione di comitati del Sì anche in questo territorio.
L’europarlamentare Gianni Pittella, infine, ha rammentato come il referendum non sia contro oppure a favore dell’attuale governo e del suo premier Renzi, bensì l’inizio di un processo di cambiamento radicale sia delle politiche regionali che di quella europea che ha mostrato in questi ultimi anni tutti i suoi limiti. Pittella si è appellato alla politica affinché possa servire i territori e non viceversa, essere strumento di fini personalistici. Un appello, questo, rivolto particolarmente ai giovani. In questa ottica la formazione politica può e deve giocare un ruolo fondamentale. Una missione che LabDem – associazione politico culturale fondata dallo stesso Pittella – incarna in tutta Italia. In conclusione, a proposito di esempi politica attiva e costruttiva, l’europarlamentare ha plaudito al processo di fusione dei Comuni di Corigliano e Rossano.