Efficientamento energetico,meno 65% consumi. Investimento impresa per circa 3,5 milioni
Efficientamento energetico e Smart City, al termine del periodo previsto di gestione ROSSANO non soltanto si ritroverà di un impianto di illuminazione efficiente che consentirà un risparmio del 65% sui consumi registrati fino ad oggi ma potrà beneficiare di tutto quanto previsto in termini di ottimizzazione ed innovazione di diversi servizi pubblici (rete wifi, videosorveglianza, predisposizione punti di ricarica per auto elettriche, etc). 

È quanto fa sapere l’Amministrazione Comunale informando che nella giornata odierna (giovedì 30m novembre), ultimati gli ulteriori approfondimenti istruttori, è stato perfezionato per il servizio LUCE 3 (Lotto 7) l’iter di adesione da parte dell’Ente a CONSIP, società per azioni del MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE che svolge la funzione di centrale acquisti della pubblica amministrazione italiana. Dal prossimo 1 DICEMBRE, quindi, la rete di illuminazione pubblica sarà quindi presa in carico dall’impresa, aggiudicataria con CONSIP e affidataria del servizio, per un importo di 1.270.841 Euro per 9 anni, con un totale di spesa prevista di 11.632.065 Euro; cifra, quest’ultima, risultante dall’ ultimo adeguamento automatico dei prezzi su base CONSIP e che ha comportato, rispetto all’offerta iniziale, un risparmio sul canone di circa 800.000 Euro in 9 anni.  In più si è ottenuta la realizzazione di 20 punti di videosorveglianza sul territorio comunale senza oneri aggiuntivi. È dal 2012 – si precisa inoltre – che il Comune di ROSSANO ha aderito a CONSIP per come prescritto dalla legge ed ha sempre pagato per i soli consumi, canoni annui di importo prossimo ed a volte superiore a quelli praticati oggi con il servizio LUCE 3 (Lotto 7). Senza, pertanto, alcun aggravio di spesa corrente, l’ente si ritroverà alla fine del rapporto con un impianto efficiente e tecnologicamente avanzato e con un risparmio a regime fino 65% sui consumi: risparmio che rappresenta la remunerazione per la ditta consegnataria, che avrà perciò l’interesse a spendere in breve termine quanto previsto per investimenti, comportante un impegno per il fornitore di circa Euro 3,5 milioni. Con la presa in carico dell’impianto il gestore diventa terzo responsabile con esonero dell’Ente. Con la volturazione delle bollette ed il pagamento diretto delle stesse da parte sua, il Comune di ROSSANO sarà sgravato dagli oneri amministrativi corrispondenti e potrà liberare risorse umane per altri impieghi. Infine rimane garantito l’impiego delle imprese locali fin qui impegnate nella manutenzione, assunta a carico del gestore. La stessa Regione Calabria – conclude  l’Amministrazione Comunale – per il finanziamento del POR relativo all’efficientamento energetico (Linea 1), il cui bando di 1 milione di euro scadrà il 18 gennaio 2018, ha previsto come requisito l’adesione a CONSIP  ed il Comune vi accederà nell’ambito del sistema urbano Rossano-Corigliano.