Madeo, Azione: “Rifiuti, tutte le bugie di Flavio Stasi #2”


La storiella da pifferaio magico della Regione Cattiva che blocca gli impianti, sia di destra o sinistra, non convince più nessuno.

Abbiamo la peggiore percentuale di raccolta differenziata (35% circa) di tutta la fascia ionica e di tutte le grandi Città della provincia di Cosenza, nonostante tutti gli altri comuni vivano le nostre identiche problematiche, che è la principale causa del blocco impiantistico.
Il nostro Sindaco ambientalista Flavio Stasi ha iniziato ad occuparsi della gara di appalto dei rifiuti, scaduta prima del suo insediamento, solo a settembre 2021, dopo ben due anni dalla sua elezione.
La Città tira a campare con un Assessore, Damiano Viteritti, che non ha alcuna idea di come funzioni “teoricamente” il sistema rifiuti regionale e non ha creato neanche un sistema di sensibilizzazione cittadino.
La Commissione Ambiente perde tempo porponendo regolamenti per la creazione delle guardie ecologiche cittadine, trascurando la strategia rifiuti zero proposta dall’opposizione e votata all’unanimità.
L’ufficio ambiente è stato depotenziato, lasciando andar via l’ esperta Dottoressa Meringolo assunta come categoria “A” la quale svolgeva mansioni di dirigenza, per assumere categorie dirigenziali senza alcuna esperienza amministrativa specifica.
Il nostro Sindaco Stasi se la prende con la Regione perché non rinnova gli impianti regionali sui quali la competenza di intervento è dell’Ato Cosenza, del quale è membro rappresentando la Città più grande dell’intera provincia.
Continuiamo a dire che la soluzione si chiama raccolta differenziata.

Tutto il resto è fanta politica populista da palco.
Francesco Madeo
Corigliano-Rossano in Azione