L’iniziativa è stata promossa da Pancrazio Promenzio Junior e da Daniele Federico.
 Tanti i visitatori che, dal 18 al 24 agosto, hanno fatto tappa al Lido Sant’Angelo di Rossano, precisamente nel piazzale antistante e all’interno della Torre Stellata, per ammirare, da vicino, le diverse opere di Arte Sacra realizzate, per l’occasione, da diversi Madonnari del territorio e non solo.

L’iniziativa, promossa dall’infaticabile e poliedrico artista rossanese Pancrazio Promenzio Junior, ha riscosso, per il secondo anno consecutivo, i consensi di turisti e residenti. In mostra, dunque, vi erano opere di pregevole fattura artistica che, in modo particolare, ha attirato l’attenzione di numerosi villeggianti. Un plauso, tra l’altro, agli artisti: Antonio D’Amico (Rossano), Mario Savoia (Rossano), Daniele Federico (Rossano), Ettore Minisci (Rossano), Sasà Santalucia (Rossano), Lia Giurranna (Rossano), Patrizia Sergio (Rossano), Raffaele Milito (Rossano), Salvatore La Rocca (Collezionista d’Arte di Rossano), Davide Aino (Trebisacce), Fiammetta Aino (Trebisacce), Rita Lucia Trinchi (Trebisacce), Victor Petrov Vasilev (Bulgaria), i quali hanno presentato lavori, su tela e su tavolozze di legno antico, apprezzati da tutti. Molti turisti, tra l’altro, hanno acquistato alcune delle opere in esposizione. Il ricavato, dunque, sarà devoluto in beneficenza sia alla Chiesa del mare per la sua ristrutturazione e sia alle famiglie povere. Una lodevole iniziativa che, ad ogni modo, ha fatto onore agli artisti del territorio che, ancora una volta, hanno messo a disposizione la loro arte per uno scopo benefico. Soddisfatto, infine, Pancrazio Promenzio Junior per la buona riuscita della seconda edizione della mostra di Arte Sacra e Madonnari, dopo il successo ottenuto lo scorso anno con la prima edizione di scena nel suggestivo ed incantevole centro storico rossanese, grazie anche al sostegno della Diocesi di Rossano-Cariati. “Desidero ringraziare – ha dichiarato Promenzio Pancrazio Junior – sia S.E. Mons. Santo Marcianò per aver creduto nel progetto e sia don Umberto Sapia (parroco della chiesa del mare e del Sacro Cuore di Gesù) per la fattiva e preziosa collaborazione, ma anche i diversi colleghi artisti che, con grande entusiasmo, hanno voluto prendere parte alla mostra con diverse opere di alto livello artistico in cui si è voluto promuovere, ad ogni modo, l’arte sacra nell’importante città bizantina.” Archiviata, con ampi consensi di critica, la seconda edizione, l’ideatore e fautore della valida iniziativa, Promenzio Pancrazio Junior, è già al lavoro per organizzare un grande evento in città, nella prossima stagione estiva 2014, con il coinvolgimento di tanti artisti provenienti, perfino, da altre regioni italiane.
ANTONIO LE FOSSE