Tanta ammirazione per i presepi realizzati da privati e associazioni in mostra nella città di Rossano durante tutto il periodo natalizio. Sono stati molti, infatti, i visitatori che, dal 13 dicembre 2013 al 6 gennaio 2014, hanno fatto tappa nell’ incantevole centro storico bizantino per osservare attentamente i diversi presepi, lungo tutto il Corso Garibaldi, realizzati da artigiani, scuole, associazioni del luogo.
{vsig}presepi14{/vsig}

Apprezzamenti anche per i presepi realizzati dalle Associazioni: “Atmosfere Bizantine” e “CRIA,” con sede a pochi metri dalla Cattedrale, in cui è stata premiata l’originalità e la fantasia artistica degli stessi autori. Da segnalare, inoltre, il  presepe congegnato da Carmine Caruso (ex dipendente comunale) e famiglia, al Ciglio della Torre e nella parte alta della città antica, che la gente ha condiviso pienamente per la sua particolare realizzazione in cui sono stati usati personaggi ed attrezzi di un tempo. Un “tuffo” nel passato che, ad ogni modo, ha fatto rivivere bei ricordi alle “vecchie” generazioni. Allo Scalo cittadino, invece, ampi consensi di critica per l’artista rossanese Giovanni Cosenza (ex dipendente Enel) che, in Via Galeno in località Monachelle, ha portato in mostra ben 21 presepi giudicati positivamente dai numerosi visitatori. Un plauso a quanti si sono prodigati nel realizzare delle vere opere d’arte, sul tema del Natale, in cui, grazie a loro, si rinnovano le tradizioni, di anno in anno, nell’importante città di Rossano. Successo anche per i mercatini natalizi, sia nella centralissima Piazza Steri e sia in Piazza Bernardino Le Fosse allo Scalo, con il viavai di tanta gente. Massiccia, inoltre, la partecipazione ai diversi appuntamenti promossi dalla GG Eventi, in piena sintonia con l’assessorato al turismo del Comune di Rossano, con l’esibizione delle scuole di danza del territorio, dei giovani musicisti e cantanti della scuola “Donizetti” di Mirto Crosia, ma anche la messa in scena di un variegato cartellone di manifestazioni di intrattenimento, apprezzate dal numeroso pubblico, in cui si sono vissuti momenti di totale divertimento con il coinvolgimento di grandi e bambini. Un bilancio, tutto sommato, positivo che, ad ogni modo, ha soddisfatto gli amministratori della città bizantina in cui, attraverso una serie di iniziative, si è voluto promuovere il marketing territoriale. Un successo inaspettato che ha richiamato in città migliaia di visitatori provenienti da tutti i comuni dell’intero versante jonico cosentino.
ANTONIO LE FOSSE