La spada di Damocle del blocco del conferimento dei rifiuti presso la discarica di Bucita aleggia in questa strana estate sibarita. Sosteniamo ciò perché in questi giorni la struttura rossanese stava rischiando il blocco proprio perché la stessa è da tempo a rischio saturazione. Ad evitare il blocco ci ha pensato la regione Calabria che proprio ieri ha autorizzato il comune di Corigliano a conferire i rifiuti nella discarica “La Selva” di Cassano Jonio.

Questa decisione regionale consente al comune ausonico di abbancare i rifiuti raccolti dalla Ecoross fino al 6 agosto prossimo, poi per il futuro si vedrà. Con Corigliano che conferisce a Cassano i problemi di ricezione dei rifiuti per Bucita quindi sono diminuiti e così Rossano e altri centri potranno, almeno per il momento, raccogliere i rifiuti evitando così problemi per la raccolta tenuto conto che in questo particolare periodo dell’anno si registra un aumento di presenze nella città bizantina dovuto all’arrivo di turisti e vacanzieri. Ma, come detto, la domanda che in molti si pongono in queste ore è la seguente: dopo il 6 agosto cosa succederà ? Tenuto conto che Corigliano si vedrà scadere il provvedimento di conferire a Cassano Jonio. La speranza è che la regione, una volta per tutte, prendere un provvedimento serio e a lunga scadenza.

     Giacinto De Pasquale