Nei giorni scorsi si è riunito il Comitato delle 100 Associazioni per fare il punto sulla situazione di stallo venutasi a creare in merito alle delibere di indirizzo che avrebbero dovuto emanare i Consigli Comunali delle rispettive Città, già dall’ormai lontano 31 agosto scorso. Ebbene la notizia è triste: persiste lo stallo e un atteggiamento sempre più distaccato verso una questione fondamentale per la crescita, per come sta emergendo anche dal dibattito elettorale regionale all’interno di un territorio dove salgono i consensi della gente verso la FUSIONE e i suoi vantaggi,

consenso che si esprime nella raccolta di firme, nella presenza qualificata alle riunioni che si tengono in vari ambiti da quello dell’imprenditoria, a quello sindacale, dalle assemblee di associazioni, alle scuole. Tutto ciò mentre la lettera inviata ai Sindaci Antoniotti e Geraci alla fine di settembre, con cui venivano sollecitati a dare una risposta all’appello per la fusione delle 100 Associazioni, è caduta nel vuoto più assoluto.
È singolare che mentre i reportage sulla stampa locale e nazionale, le agenzie, i convegni e le tavole rotonde si moltiplicano a Rossano e a Corigliano, le istituzioni che avrebbero grandi vantaggi dalla FUSIONE – come 20 milioni di euro l’anno per le infrastrutture cittadine per 10 anni e maggiori trasferimenti finanziari grazie al salto demografico della Città unita – tacciono sia che esse siano locali, provinciali o regionali.
Per questo il Comitato invita i cittadini della futura Città di Corigliano Rossano a recarsi alle urne per il rinnovo del Consiglio Regionale, votando solo ed esclusivamente per i candidati locali e – così facendo – rifiutando l’astensionismo che si risolve in pratica in un voto per tutte le liste che poi si dividono il “voto utile e valido”.
Quindi diamo peso al nostro territorio, dando peso ai nostri candidati, questo il messaggio emerso dalla riunione di Comitato con i 3 candidati che si sono impegnati in tempi non sospetti a sostenere la FUSIONE, quali dirigenti delle rispettive associazioni aderenti. Essi sono: Francesco Beraldi di Federimprese Calabria; Claudio Malavolta di AZICOR ed Ernesto Rapani che sia da dirigente d’Associazione che da Consigliere Comunale di Rossano si è profuso organizzando anche una raccolta firme per la FUSIONE. Naturalmente il Comitato estenderà, a loro richiesta, a tutti gli altri candidati del territorio, il positivo tavolo di confronto, appoggiandoli senza riserve di collocazione politica.
La battaglia per la FUSIONE è IMPEGNO CIVILE che si trasforma in IMPEGNO POLITICO in tutte le direzioni.
Rossano li 10 novembre 2014 A cura del team comunicazione Comitato 100 Associazioni{jcomments off}